Home / Salute e Bellezza / A Calimera per San Valentino due eventi contro la violenza sulle …
A Calimera per San Valentino due eventi contro la violenza sulle ...

A Calimera per San Valentino due eventi contro la violenza sulle …

CALIMERA (Lecce) – Una chiamata all’azione nata nel giorno di San Valentino del 2012 partendo dalla drammatica statistica che vede una donna su tre vittima di violenza nel corso della sua esistenza. Un miliardo di donne ha vissuto in prima persona episodi di violenza. One Billion Rising è nato come un flash mob, una danza collettiva per focalizzare l’attenzione sul problema, ed è cresciuto, si è evoluto. Sono milioni le persone che ogni anno danzano nelle piazze, nelle scuole, sui luoghi di lavoro, e allo stesso tempo organizzano seminari, incontri, raccolte fondi. Tutto sotto un unico slogan: Alzati! Resisti! Unisciti!

Calimera partecipa a One Billion Rising Italia per il terzo anno consecutivo, con due eventi del Festival del Benessere Psicologico, rassegna di incontri avviata nel dicembre scorso e che si concluderà il prossimo marzo.

Giovedì 15 febbraio, ore 19, presso la Casetta della Memoria (adiacente ai Giardini pubblici, di fronte alla scuola media) con l’associazione Rinascere al Naturale che propone l’intervento NASCERE BENE PER VIVERE BENE: IL PARTO TRA IMMAGINARIO COLLETTIVO, SALUTE E VIOLENZA OSTETRICA, a cura di Esterina Marino e Desire Montinaro, socie fondatrici dell’associazione.

Si fa fatica a parlare di violenza ostetrica ma è una realtà che molte donne conoscono e stanno imparando a denunciare. Lo scorso è stata presentata la prima indagine italiana sul tema. I dati dicono che dal 2003 sono circa 1 milione le donne in Italia – il 21 per cento del totale – che affermano di aver subito una qualche forma fisica o psicologica di violenza alla loro prima esperienza di maternità. Un altro 23 per cento ha risposto di non esserne sicura.

Il concetto di “violenza ostetrica”, soprattutto in Italia, non è molto conosciuto se non per l’azione e le singole campagne di alcuni gruppi femministi e di alcune associazioni di donne: può essere definita in modo generico come un insieme di comportamenti (in cui rientrano ad esempio l’eccesso di interventi medici, le cure senza consenso o anche la mancanza di rispetto) che hanno a che fare con la salute riproduttiva e sessuale delle donne, declinata sia nella scelta della maternità che, all’opposto, nel suo rifiuto. Si tratta di atteggiamenti profondamente rappresentativi delle disuguaglianze di genere, hanno spiegato l’Organizzazione Mondiale della Sanità e diversi studi scientifici in materia: si possono infatti descrivere come la forma più invisibile e naturalizzata della violenza contro le donne che, in questo caso, si verifica all’interno dei sistemi sanitari.

“Vogliamo parlarne a partire dalla consapevolezza che si tratta di un argomento per certi versi scomodo – sottolinea Serenella Pascali, assessora al welfare e cultura del Comune di Calimera. Quest’anno abbiamo scelto di celebrare la rivoluzione del One Billion Rising proponendo all’attenzione delle nostre cittadine e dei nostri cittadini un momento di approfondimento perché le vere rivoluzioni si fanno con tutto, con le parole, con la corretta informazione, con il corpo”.

A seguire, lunedì 26 febbraio, ore 18, in collaborazione con Cepss – Centro Pugliese di Sessuologia Scientifica, le psicosessuologhe Azzurra Carrozzo e Francesca Corchia trattano LA DONNA NELLA STORIA: DALLA CINTURA DI CASTITÀ ALL’EIACULAZIONE FEMMINILE.

Alzarsi, resistere e unirsi significa anche adoperarsi per educare alla consapevolezza di sé, del proprio corpo, del proprio potere, della propria salute, della propria capacità decisionale, dall’esercizio della consapevolezza nel parto, alle scelte della propria intimità.

Gli incontri sono organizzati nell’ambito della seconda edizione del Festival del Benessere Psicologico, promossa dal Comune di Calimera, per mezzo dell’Assessorato al Welfare e Cultura e l’Elenco dei volontari del Comune di Calimera, in collaborazione con Radici Urbane, Istituto Comprensivo Statale Calimera, 2HE Association – Center for Human Health and Environment, IO POSSO, Athena Servizi Socio Sanitari, Centro Diurno per l’Alzheimer “Porte del Cuore” di Lecce, Cinema Elio, Associazione Nuove Speranze Calimera, Ass. Nuovi Orizzonti, Ass. Rinascere al Naturale, Ass. “Notteblu” per l’autismo, Centro Sant’Angelo.

 

 

ARTICOLO SUGGERITO

Foto di vip rubate e vendute, sotto processo un sub di Trapani

Foto di vip rubate e vendute, sotto processo un sub di Trapani

Nomi di star del mondo del calcio e dello spettacolo figurano, come testimoni (Christian Panucci) …