Home / Cucina / Aperture autunnali: 10 nuovi locali dove andare a Roma
Aperture autunnali: 10 nuovi locali dove andare a Roma

Aperture autunnali: 10 nuovi locali dove andare a Roma

C’è grande movimento in questo periodo a Roma. Tanti i locali che con l’arrivo dell’autunno stanno aprendo, stanno raddoppiando o si stanno rinnovando. C’è chi ha aperto da poco, chi aprirà a giorni. Fatto sta che per gli amanti di pizza, cucina italiana ed etnica, dolci, cocktail, birre artigianali e non solo, in questo autunno ci sarà un gran da fare.

Ecco 10 locali nuovi (aperti da poco o che apriranno a breve) dove andare prossimamente a Roma:

10. Ted Lobster Burgers

Foto da Facebook @tedlobsterandburgers

Ted ha raddoppiato questo autunno, aprendo il suo secondo locale a Roma Ostiense. Dopo il successo ottenuto al quartiere Prati, Stefano Aprile ha scelto di portare il famoso Lobster roll, ma anche particolari burgers, tartare e cocktail super creativi a due passi dal Gazometro.
Ted Lobster Burgers, via del Gazometro 25, Roma – 06.47544552

9. Il Marchese

Foto da Facebook @ilmarchese

Proprio nel cuore di Roma, in via di Ripetta, ha aperto Il Marchese, Osteria – Mercato – Liquori. Un locale all day long, aperto dalle 11,30 del mattino all’una di notte, dove assaggiare la cucina romana, con menù smart a pranzo e proposte più elaborate a cena. Si tratta di un’osteria ispirata a Il Marchese del Grillo, che alterna l’aspetto popolare a quello ‘nobile’. Che permette ai clienti di fare la spesa come al mercato, ma anche di fermarsi a mangiare o a bere un amaro (sono circa 500 le etichette di amari da Il Marchese).
Il Marchese, via di Ripetta 162, Roma – 06.90218872

8. Officine Italia

Al posto di Eataly, a piazza della Repubblica è arrivato Officine Italia. Un locale su 4 piani, dalle mille sfaccettature, aperto dal mattino alla sera. Dove fare colazione, pranzare, fare l’aperitivo, cenare, bere un cocktail o una birra dopocena e persino dove fare la spesa (e non una spesa qualunque). Al piano terra e al piano seminterrato di Officine Italia, infatti, potrai perderti in un mercato di eccellenze italiane: pasta, riso, vino, infusi, salse tutte provenienti da piccoli produttori nazionali.
Officine Italia, piazza della Repubblica 41, Roma – 06.45509130

7. Farina Kitchen

Foto da @ufficiostampa

Dopo i Farina di Tiburtina, zona Libia e Malaga, Farina Pick Your Kind ha conquistato Trastevere con Farina Kitchen. Una nuova pagina per Luigi Beninati che riporta lo stesso format dei ‘Farina’ precedenti e pone in primo piano il Pagnottello. E’ proprio quest’ultimo, infatti, il protagonista assoluto di Farina Kitchen a Trastevere. Un panino che porta la tradizione partenopea a tavola, liberamente ispirato al Panuozzo di Gragnano, lievitato 72 ore, preparato con farina forte, integrale o speciale e farcito in 5 ‘versioni Kitchen’. E ancora pizza, primi, fritti, insalate, taglieri.
Farina Kitchen, via Ergisto Bezzi 31, Roma – 06.42918500

6. L’Apulia

Dopo essersi fatto conoscere nel format itinerante del ‘Food Truck’, L’Apulia ha messo le radici a San Lorenzo. Proprio nel quartiere popolato da tantissimi studenti universitari, L’Apulia ha deciso di aprire il suo primo store senza ruote. Protagonista assoluto il panino con il polpo, disponibile in ben 13 versioni diverse. Ma anche friselle, formaggi, orecchiette alle cime di rapa, panzerotti e tanto altro ancora. Tutto pugliese doc.
L’Apulia, via degli Umbri 12, Roma – 328.6952532

5. Smood

Foto da Facebook @smood

Il bar che non t’aspetti ha aperto a Lamaro alla metà di settembre. Si tratta di Smood, un localino piacevole, dove andare da mattina a sera. Per una golosa colazione con cappuccino e cornetto, per un pranzo veloce, con insalate, club sandwick, primi, secondi e contorni che variano ogni giorno, per un aperitivo con cocktail e birre artigianali. Posto ideale per ritrovarsi a vedere le partite di campionato e i match più importanti di calcio. Angolo intimo quanto basta per fare due chiacchiere tra donne davanti ad un tè o a una cioccolata calda. Stile industriale, prato sintetico sui muri e persino ciotola dog friendly. Smood ha tutte le carte in regola per diventare un punto di riferimento nel quartiere a due passi dagli studi di Cinecittà.
Smood, via Giuseppe Saredo 75-79, Roma – 06.7225264

4. Bakery House

Amanti dei dolci, delle colazioni all’americana, dei pancakes, udite udite: anche Bakery House sta per raddoppiare. Dove? All’Eur. L’apertura è prevista per il 13 ottobre. Dopo il successo dei due store romani (Corso Trieste e via Riano), la bakery di ispirazione statunitense è pronta a prendere per la gola anche gli abitanti dell’Eur.
Bakery House, viale America 89-91, Roma – 06.88805526

3. Mama Poke

Foto da Facebook @mamapoke

Anche Mama Poke, dopo aver aperto a Prati in primavera, sceglie il quartiere dell’Eur per raddoppiare. Un nuovo punto vendita sta per aprire (il prossimo 21 ottobre) in viale Beethoven. Una nuova ventata di oceano sta per arrivare nella Capitale. Protagoniste di Mama Poke sarà proprio il ‘Poke’. Cos’è? Il taglio a cubetti che caratterizzerà il pesce crudo macerato presente nelle insalate, piatto tanto amato dai surfisti. E, anche se a Roma l’oceano non c’è, in tanti si innamoreranno delle bowl di Mama Poke. Sei ricette salate, una dolce, più un menù fai-da-te per poter comporre a piacimento la propria bowl, ma seguendo dei precisi passaggi, tutti da scoprire.
Mama Poke, viale Beethoven 59, Roma

2. The Gipsy Bar

Foto per Facebook @thegipsybar

Un sogno bohemien, un po’ gitano, un po’ magico. E’ il regno di The Gipsy Bar che ha aperto alla fine di settembre al Pigneto e che mette al centro il ‘fusion’. Arredi che riportano alla Belle Epoque parigina, scorci magici, fiabeschi, molto particolari. Entrando da Gipsy avrai quasi la percezione di essere in un mondo parallelo. Siediti, sorseggia sakè, mangia uramaki rolls, nigiri, onigiri, sushi burger e fai amicizia, perché questo è l’obiettivo di The Gipsy Bar al Pigneto.
The Gipsy Bar, via Ettore Giovenale 14c, Roma – 339.8391792

1. Brado

Selvaggina, birra artigianale, ambiente caldo, accogliente, familiare. Tutto questo è Brado. Una piccola baita, un rifugio di montagna che ha aperto ad una traversa di via Tuscolana, tra Lucio Sestio e Ponte Lungo. Un locale piccolo ma denso di sapori e profumi, che ha messo al centro lo ‘stato brado’, quello in cui devono vivere gli animali che poi vengono scelti e cucinati per il cliente. Dai maiali di cinta senese a daini, cervi, cinghiali, caprioli. Brado è un posto come ne abbiamo visti pochi a Roma, finora, che pensiamo possa diventare un ‘rifugio’ per i romani, soprattutto con l’arrivo dell’inverno.
Brado, via Amelia 42, Roma – 375.5140851

ARTICOLO SUGGERITO

Il Segreto anticipazioni spagnole: Francisca ritorna malata e spietata, ecco cosa farà

Il Segreto anticipazioni spagnole: Francisca ritorna malata e spietata, ecco cosa farà

Il ritorno di Francisca a Puente Viejo: anticipazioni spagnole Il Segreto Francisca Montenegro tornerà a …