Home / Tempo libero / Auto e moto 2 sett Orgoglio e tradizione Abbiamo provato in Sardegna la Moto Guzzi V85
Auto e moto 2 sett Orgoglio e tradizione Abbiamo provato in Sardegna la Moto Guzzi V85

Auto e moto 2 sett Orgoglio e tradizione Abbiamo provato in Sardegna la Moto Guzzi V85

La Moto Guzzi V85 TT è ben proporzionata nelle linee estetiche, tale predisposizione la ritroviamo anche nelle dimensioni, la nuova nata risulta accessibile ai conducenti di ogni levatura ed esperienza. Inoltre le leve della frizione e del freno sono regolabili nella distanza come quelle a pedale del cambio e del freno anch’essi ampiamente adattabili in altezza e (con un eccentrico) in lunghezza, il tutto per essere in sintonia con la V85TT.
La moto, essendo stretta nella zona di contatto con il serbatoio, permette molta libertà nei movimenti, la sella piuttosto bassa (830mm) agevola il controllo del mezzo nelle manovre a bassa velocità anche grazie alla larghezza contenuta contro il serbatoio. La posizione del busto risulta eretta e le gambe poco piegate, il tutto dona un notevole comfort durante i viaggi lunghi.
Abbiamo viaggiato, a tratti, con un forte vento laterale e non abbiamo riscontrato perdite di stabilità, anzi la moto mantiene la direzione in maniera impeccabile consentendoci di guidare rilassati. La protezione aerodinamica è buona, una persona di media taglia prende aria dalle spalle in su e non ci sono turbolenze fastidiose che scuotono il casco. Come opzione si può montare un parabrezza in plexiglass più alto.

Il motore è tutto nuovo e completamente dedicato alla V85TT
I tecnici hanno mantenuto lo schema costruttivo di tutte le Moto Guzzi attualmente in produzione: bicilindrico a V trasversale di 90° raffreddato ad aria, con distribuzione ad aste e bilanceri a due valvole per cilindro, orgoglio e tradizione dello stemma dell’Aquila di Mandello.
La cilindrata è di 853 cc ed è in grado di esprimere 80Nm di coppia a 5000 giri/min, con il 90% della coppia già a 3750 giri/min, è il primo small block capace di raggiungere tranquillamente gli 8000 giri.
Per migliorare le prestazioni i progettisti hanno lavorato a tutto campo alleggerendo bielle, pistoni e distribuzione, per esempio, utilizzando le valvole di aspirazione in titanio hanno risparmiato circa la metà del peso delle corrispondenti in acciaio.
Questa soluzione, assieme a tutta la distribuzione alleggerita, ha permesso di aumentare il range di utilizzo del motore migliorando la guidabilità e la potenza massima.
Il comando del gas è di tipo Ride-by-Wire, soluzione che permette al conducente di adattare a suo piacimento tre modalità di guida.
La frizione è morbidissima e la risposta del gas risulta molto precisa favorendo le manovre a bassa velocità anche su terreni difficili.
Nuovissimo anche il telaio in tubi di acciaio altoresistenziale, arricchito da piastre in alluminio che fanno da supporto alle pedane del conducente (dotate di gomma removibile per la guida in off-road).
Puntando alla leggerezza e alla razionalità i tecnici hanno sviluppato un particolare ancoraggio del motore in modo da realizzare una struttura rigida al punto giusto che dia al motociclista da una parte precisione e rigore e, dall’altra, un grande piacere di guida.

I contenuti elettronici sono da “prima della classe”
I tecnici di Moto Guzzi hanno ideato una dotazione elettronica di serie completa ma sempre all’insegna della razionalità per non sovraccaricare inutilmente una moto concepita sulla praticità.
Come detto la Moto Guzzi V85 TT nasce con tre modalità di guida: Strada, Pioggia e Off-road. A ognuno di questi Riding Mode corrisponde una differente mappa del motore, in base alla scelta anche la taratura del controllo di trazione (escludibile) viene adattata.
In modalità Off-road l’ABS è attivo solo sulla ruota anteriore con la possibilità di disinserirlo completamente.
Per rendere più facile la guida nei lunghi trasferimenti la V85 TT è dotata anche del Cruise Control, con un solo pulsante lo si può attivare e modificare la velocità impostata.
La nuova piattaforma multimediale si chiama Moto Guzzi MIA: permette al conducente di collegare lo smartphone al veicolo tramite una centralina aggiuntiva presente tra gli accessori.
Con Moto Guzzi MIA è possibile, tramite interfono nel casco, riprodurre musica come inviare/ricevere telefonate, ma soprattutto, introduce per la prima volta la funzione di navigazione, con la quale è possibile impostare sul telefono la destinazione del proprio viaggio e visualizzare le indicazioni direttamente sulla strumentazione.

Piacere di guida assicurato
Ci siamo divertiti molto alla guida della nuova Guzzi tanto da chiedere agli organizzatori di ripercorrere un tratto di strada molto variegato. Alla guida ci siamo sentiti parecchio a nostro agio in tutte le situazioni, quando si guida la V85 TT in maniera tranquilla e rilassata il comfort di marcia è di alto livello, le vibrazioni sono bassissime e la ripresa del gas è assolutamente priva dell’effetto on/off.
Quando si alza il ritmo la ciclistica rimane genuina in tutte le fasi della curva, le sospensioni della nuova Guzzi rispondono bene in ogni condizione.
In entrata di curva la forcella sostiene bene e la moto mantiene la linea con precisione, assistita da un freno motore regolato in maniera impeccabile.
In percorrenza di curva la V85 TT è molto stabile, si avverte un equilibrio tra telaio-sospensioni e risposta del gas amalgamati in maniera esemplare, ci è capitato di dover rallentare con il freno anteriore nelle curve a raggio degressivo, risultato: la V85 TT non solo mantiene la linea ma accetta anche variazioni di piega più marcate. Il motore è molto lineare su tutto l’arco di utilizzo, quando si guida allegri, (regime di rotazione dai 5000 giri/motore in su) la risposta del gas e del freno motore rimangono neutri e intuitivi.

Gradevole sorpresa
Siamo partiti per il test senza aspettative particolari e siamo ritornati a casa ben impressionati dalla qualità costruttiva e dalla cura del dettaglio.
Complimenti ai tecnici, la messa a punto generale è equilibrata e regala al conducente un rapporto di completa simbiosi con la sua motocicletta.
Ci sentiamo di consigliarla a tutte le persone che amano guidare la moto nelle varie forme di utilizzo.
Anche i motociclisti in cerca di viaggi avventurosi si troveranno bene, la nuova Moto Guzzi comunica calma e tranquillità, proprio quello che ci vuole nei lunghi spostamenti.

Stile completo
Una vasta gamma di accessori e una nuova linea di abbigliamento completano il progetto studiato nei minimi dettagli per accompagnare il mototurista nella sua avventura.

ARTICOLO SUGGERITO

Leggere Dávila per abbattere la politica dei buoni sentimenti

Leggere Dávila per abbattere la politica dei buoni sentimenti

Sfogliare le pagine delle novità editoriali o delle classifiche dei libri più venduti, per i …