Home / Tempo libero / Vacanze e tempo libero / Capo Verde: cosa vedere sulle 10 isole dell’arcipelago
Capo Verde: cosa vedere sulle 10 isole dell'arcipelago

Capo Verde: cosa vedere sulle 10 isole dell’arcipelago

Guardandole sulla mappa, le 10 isole che compongono l’arcipelago di Capo Verde sembrano un pugno di sassi gettati in mezzo all’Oceano Atlantico. Queste magnifiche isole vulcaniche rappresentano l’ultima roccaforte dell’Africa Occidentale, ma la cultura che si respira a Capo Verde è un mix tra Africa, Europa e Brasile.

Scarica l’app di Skyscanner

Le isole di Capo Verde sono un vero e proprio gioiello incastonato nell’oceano e offrono una grande varietà di paesaggi che vanno dai deserti, alle lunghe spiagge di dune fino ad arrivare alle valli verdeggianti e rigogliose. Oggi vi portiamo alla scoperta delle isole di Capo Verde, una più bella dell’altra, e tutte assolutamente da visitare: ecco quali sono, e cosa dovete assolutamente vedere nel vostro prossimo viaggio a Capo Verde (e siamo certi che, dopo aver letto questo articolo, non aspetterete molto a prenotare il vostro volo…).

Scopri di più: Le 19 esperienze di viaggio da fare nella vita

Capo Verde in breve

L’arcipelago di Capo Verde si trova a circa 500 chilometri al largo delle coste del Senegal e prende il nome dalla penisola di Capo Verde, il punto più occidentale dell’Africa continentale. È costituito da un arcipelago di dieci isole vulcaniche che ha come capitale Praia (sull’isola di Santiago) ed è abitato da circa mezzo milione di persone. Capo Verde è una Repubblica presidenziale e la lingua ufficiale è il portoghese, ma è molto diffuso anche il creolo capoverdiano.

Le isole di Capo Verde furono scoperte da alcuni navigatori portoghesi nel 1456 (all’epoca erano disabitate). Nel 1462 fu fondata sull’isola di São Tiago la prima città, ovvero Ribeira Grande (ora Cidade Velha). Data la sua posizione strategica, Capo Verde divenne ben presto una base perfetta per lo scalo delle navi in viaggio tra l’Europa e l’America, diventando, tra il Cinquecento e il Settecento, un centro molto importante soprattutto per il commercio degli schiavi africani. Dopo il Settecento, con la fine della tratta degli schiavi, le isole furono praticamente dimenticate e solo negli ultimi anni il turismo internazionale è approdato di a queste latitudini.

Le isole dell’arcipelago vengono convenzionalmente divise in Ilhas  do Barlavento  (“sopravento”) a Nord e Ilhas  do Sotavento (“sottovento”) a Sud – dove il vento in questione sono gli Alisei. Fanno parte delle Ilhas  do Barlavento le isole di Santo Antão, São Vicente, Santa Luzia (l’unica isola disabitata dell’arcipelago), São Nicolau, Ilha do Sal e Boa Vista. Tra le isole di sottovento troviamo invece Maio, Santiago (che ospita la capitale Praia), Fogo e Brava.

Scopri di più: 15 posti bellissimi da vedere in Africa

Trova tutti i voli economici per Capo Verde

Come raggiungere Capo Verde

Per raggiungere le isole di Capo Verde dall’Italia esistono voli diretti da Bergamo con Blue Express, oppure voli con scalo a Lisbona con la TAP. Da Lisbona poi si atterra nell’aeroporto internazionale Amilcar Cabral che si trova sull’isola di Sal, a circa 200 chilometri dalla capitale. In generale, tutti i voli che arrivano dall’Europa e dall’America atterranno in questo aeroporto. Cosa diversa per i voli che provengono dal continente africano che utilizzano invece l’aeroporto internazionale di Praia. In generale le isole che hanno un aeroporto internazionale sono São Vicente, Sal, Boa Vista e Santiago. Le isole invece con aeroporti domestici sono São Nicolau, Maio e Fogo.

Capo Verde: come spostarsi

Gli spostamenti tra tutte le isole abitate sono garantiti dalla compagnia TACV Cabo Verde Airlines, sono aerei di circa 70 posti e richiedono 20-30 minuti (prezzi da €150,00 A/R). Le isole di Santiago, Sal e São Vicente sono collegate da voli interni giornalieri mentre le altre isole hanno voli di collegamento meno frequenti, ma comunque abbastanza regolari.

Le compagnie di navigazione inoltre offrono collegamenti quotidiani via traghetto tra Santo Antão e São Vicente mentre le altre isole hanno collegamenti via mare, ma raramente sono regolari. Se a questo aggiungete il fatto che il mare può essere molto mosso (soprattutto nei mesi invernali), il consiglio che vi diamo è quello di spostarvi principalmente in aereo e di dedicare la vostra vacanza alla scoperta di un 2-3 isole al massimo (a meno che non abbiate un mese di tempo, ovvio!).

Per spostarvi poi all’interno di ogni isola potrete valutare se affittare un auto: le isole su cui vale la pena farlo sono sicuramente Santiago, Boa Vista e – forse – Fogo. Per spostarvi sulle altre isole ci sono i minibus o i pickup, i taxi e il servizio urbano di bus.

Trova un’auto a noleggio

Quando andare a Capo Verde

Il clima è sicuramente uno dei punti di forza di Capo Verde, perché è mite tutto l’anno e piove pochissimo. È un clima tropicale secco, con una temperatura media sempre intorno ai 25°-26 °C e un’escursione termica minima. Tuttavia ci sono piccole differenze tra le isole di Barlavento, a nord e quelle di Sotavento a sud: le prime sono isole desertiche e non piove praticamente mai, mentre le seconde sono semi-desertiche e hanno un breve periodo delle piogge che va normalmente da agosto fino a settembre/ottobre.

Generalizzando e volendo trovare a tutti i costi il periodo migliore per andare a Capo Verde, lo si può individuare tra novembre e luglio, quando l’umidità è al minimo e le temperature sono miti. Le isole di Capo Verde sono il paradiso anche per la temperatura dell’acqua, che oscilla di norma tra i 22° e i 29 °C a seconda delle stagioni (le isole perfette per i freddolosi!). Grazie inoltre ai secchi venti alisei che si abbattono sulle isole, Capo Verde sta diventando sempre di più  la meta d’elezione per gli amanti di windsurf e kitesurf, principalmente per quanto riguarda la costa nordorientale delle isole, che è la zona più esposta ai venti.

Scopri di più: Le 15 isole più belle dei Caraibi

Cosa vedere a Capo Verde: le 10 isole

1. Santo Antão

L’isola di Santo Antão appartiene al gruppo delle Barlavento ed è la seconda isola più grande dell’arcipelago di Capo Verde. Le sue vette, le sue incredibili gole e i tantissimi sentieri la rendono un paradiso per gli escursionisti e per gli amanti delle vacanze attive. Ci sono passeggiate brevi alla portata di tutti e salite molto impegnative (adatte solo ai più allenati). Tra le escursioni più popolari c’è quella imperdibile al cratere Covo (1170 metri) attraverso la Valle di Paúl a Vila das Pombas. Le poche auto presenti sull’isola la rendono inoltre una destinazione particolarmente ecologica.

2. Boa Vista

La piccola isola di Boavista fa parte anch’essa delle isole di Barlavento e, insieme a Sal, è l’isola che offre il maggior numero di resort all-inclusive e hotel (soprattutto vicino Sal Rei), ma anche appartamenti da affittare per chi preferisce il fai-da-te. Grazie al suo deserto, chiamato deserto di Viana, vi sembrerà di stare in un pezzo di Sahara che si è staccato dal continente! Boavista offre magnifiche spiagge battute dai venti (è l’isola prediletta da chi ama il surf e il windsurf), ma anche un bellissimo entroterra tutto da esplorare. Una chicca: sulla spiaggia di Atalanta si trova il suggestivo relitto della nave Cabo Santa Maria, naufragata qui nel 1968.

3. Sal

Grazie anche alla presenza di uno dei due aeroporti internazionali principali di Capo Verde, l’Almicar Cabral, Sal è l’isola più semplice da raggiungere in aereo dall’italia, ed è anche l’isola  più ricca di servizi rispetto alle altre. Sal è famosa principalmente per tre cose: Pedra do Lume, la spiaggia di Santa Maria e il vento sempre perfetto per praticare surf, kitesurf e windsurf.

Pedra do Lume è il suggestivo cratere di un antico vulcano dove l’acqua di mare forma uno scintillante  letto di sale; qui si possono vedere i macchinari utilizzati per estrarre questo prezioso elemento, e potrete immergervi nell’acqua salata dalle proprietà medicinali. Sulla spiaggia bianca di Santa Maria sorgono invece i principali complessi turistici, ed è anche l’unico posto di Capo Verde in cui trovare bar e discoteche. Per quanto riguarda infine surf, kitesurf e windsurf gli spot migliori dove praticarli sono Costa de Fragata, Ponta Preta e Fontona.

4. Santiago

Santiago fa parte delle isole di Sotavento, è l’isola più grande di Capo Verde e ospita oltre metà della popolazione totale dell’arcipelago. Come l’isola di Sal, Santiago riceve un gran numero di turisti grazie al suo aeroporto internazionale, il Nelson Mandela, punto d’atterraggio per tutti i voli provenienti dall’America, senza contare che su quest’isola si trova la capitale Praia.

Oltre a Praia, a Santiago ci sono diverse altre cittadine degne di nota, fra cui Cidade Velha (in passato capitale di Capo Verde), Assomada e Tarrafal. Cidade Velha è stata inserita nel 2009 nell’elenco del patrimonio culturale mondiale dall’UNESCO per le sue belle case coloniali (ricostruite fedelmente) e per la Fortaleza Real de São Felipe e merita assolutamente una visita. Santiago offre un pò di tutto a livello di paesaggio: potrete trovare spiagge di sabbia fine, grandi montagne e zone saline secche, così come fertili valli e altopiani.

5. Fogo

Fogo appartiene al gruppo delle isole Sotavento e possiede la vetta più alta di tutto l’arcipelago di Capo Verde, il vulcano Pico do Fogo (2.829 metri) la cui sagoma domina tutta l’isola. Il Pico do Fogo è un vulcano attivo (l’ultima eruzione risale al 2014) e ha una caldera larga ben 9 chilometri. La principale città dell’isola è São Filipe, che conserva eleganti case coloniali e un bellissimo punto panoramico, l’Alto de Aguadinha, ma non mancano anche delle belle spiagge (tutte di sabbia scurissima, vista la natura vulcanica dell’isola) come Fonte de Vila, Ponta da Salina e  la spiaggia di Porto de Vale de Cavaleiros. Fogo è famosa anche per il suo vino, il Manecom, che viene esportato anche all’estero.

6. São Vicente

São Vicente appartiene alle isole di Barlavento ed è un’isola semi pianeggiante che presenta ancora oggi alcuni crateri, retaggio della sua origine vulcanica, in particolare quello che forma la baia di Mindelo. Quest’ultima è una delle località più famose dell’arcipelago, ovvero la “riviera” di Capo Verde, con le vie acciottolate, i palazzi coloniali dai colori pastello e gli yacht ormeggiati nel porto. L’isola di São Vicente è sicuramente la più consigliata per gli amanti della vita notturna e del divertimento ma Mindelo è anche il centro culturale di Capo Verde (ha dato i natali a diversi artisti, tra cui la cantante Cesaria Evora). Se decidete di andarci a febbraio, approfittatene per vivere il famoso Mardi Gras, ovvero la versione locale del carnevale brasiliano!

7. Brava

Brava è l’isola più meridionale dell’arcipelago ed è anche la più piccola fra quelle abitate di Capo Verde. Brava è anche chiamata “l’isola dei fiori”, perché qui crescono specie vegetali che sulle altre isole sono inesistenti, grazie alla sua maggiore piovosità (sempre relativa, a Capo Verde). È una delle isole meno turistiche in assoluto, sia perché non ha spiagge (la costa è molto frastagliata) ma soprattutto perché dal 2004 non è più possibile raggiungerla in aereo, e gli unici collegamenti sono via mare dalla vicina isola di Fogo. Diciamo che è sicuramente l’isola perfetta per chi vuole godersi le ultime località davvero capoverdiane e ama la  tranquillità più assoluta.

8. São Nicolau

L’isola di São Nicolau è una delle poche dove si può ancora apprezzare la vera essenza di Capo Verde. L’isola si presenta agli occhi come imponente e maestosa, con un rilievo molto accidentato. La montagna più alta è quella del Monte Gordo (1.304 metri), che rappresenta il punto d’incrocio di due massicci montuosi. São Nicolau è davvero una perla, è natura pura, ma non è per tutti! I suoi panorami sono mozzafiato, fatti di valli strette e profonde, con le zone costiere molto difficili da accedere. Per questo motivo São Nicolau è sicuramente molto più adatta agli amanti della natura e del turismo attivo piuttosto che a coloro che vogliono semplicemente una vacanza di relax in spiaggia.

9. Santa Luzia

La piccola isola di Santa Luzia è situata a nord dell’arcipelago capoverdiano tra São Nicolau e São Vicente ed è l’unica isola disabitata di Capo Verde. Si racconta che un tempo fosse abitata, intorno al Settecento, ma che venne successivamente abbandonata a causa della siccità. Oggi gli unici visitatori di questi luoghi sono i pescatori di Sao Vicente e i turisti più temerari affascinati dal mistero di luoghi inesplorati. Se fate parte di questa categoria, sappiate che l’unico modo per raggiungere l’isola è rimediando un passaggio da qualche pescatore di Calhau a São Vicente.

10. Maio

Siamo arrivati alla fine, l’ultima isola di Capo Verde (ma non per bellezza o interesse!) è Maio, che appartiene al gruppo delle isole Sotavento. Maio è un’isola abbastanza pianeggiante, avendo come punto più alto il Monte Penoso di soli 436 metri di altezza (non proprio un monte, insomma…) ed avrebbe un grande potenziale turistico, al momento però ancora inespresso. Sull’isola infatti si trovano grandi distese di spiaggia dorata e sottile (è l’isola con il rapporto spiagge/estensione più elevato di Capo Verde!), perfette per chi cerca il relax e sole tutto l’anno. Tra le cose da non perdere vale la pena menzionare le saline, il villaggio di Morro e le oasi di Figuera da Horta e Figuera Seca.

Capo Verde: le 10 isole

Tutte le isole dell’arcipelago di Capo Verde e perché andarci

Per conoscere i prezzi di tutte le destinazioni del mondo (comprese le isole di Capo Verde), in ordine dalla più economica alla più costosa, potete utilizzare l’opzione di ricerca “Ovunque” di Skyscanner e organizzare viaggi fantastici ai prezzi migliori!

Potrebbero interessarvi anche: 

Calendario Ponti del 2019 e Idee per Viaggiare

Cosa vedere nell’Argentario e dintorni

Le 15 spiagge spettacolari d’Europa

Dove andare in vacanza ad agosto

Skyscanner è il motore di ricerca viaggi leader al mondo, che vi aiuta a cercare voli, autonoleggio e hotel al prezzo più basso.

ARTICOLO SUGGERITO

Raimondo Todaro “ruba” L’Eredità a Flavio Insinna? Il sogno e il gossip

Raimondo Todaro “ruba” L’Eredità a Flavio Insinna? Il sogno e il gossip

Raimondo Todaro: l’ultimo gossip sul maestro di Ballando con le stelle. Si vocifera voglia diventare …