Home / Cultura / C’è una città in Norvegia dove ci sono più libri che persone
C'è una città in Norvegia dove ci sono più libri che persone

C’è una città in Norvegia dove ci sono più libri che persone

MILANO – In Norvegia esiste una città da sogno, immersa tra i fiordi nordici: questo posto è Mundal, la “booktown” norvegese, un luogo dove ci sono più libri che persone e dove si legge veramente ovunque.

Libri e fiordi norvegesi, la “città dei libri”

Un logo da sogno la “booktown” della Norvegia, vicino a Fjærland, Mundal. Beh, in effetti definirla “town” (città) sarebbe alquanto esagerato. Di fatti, qui a Mundal, vivono solo 280 persone ma nonostante ciò è davvero un posto unico al mondo; prima di tutto c’è da considerare lo scenario da sogno in cui nasce questo paesino, ossia un luogo immerso nei fiordi norvegesi, che tra un laghetto, flora rigogliosa e fauna selvatica, nasconde un’insieme di casette colorate che si fondono con l’azzurro del cielo e l’intenso verde dei monti nordici. Già questo basterebbe per descrivere Mundal come un posto veramente straordinario, anche se sconosciuto e un po’ nascosto. Ma c’è di più, in giro per Mundal è pieno di libri; per la precisione ce ne sono 150.000, in costante aggiornamento (i libri cult però rimangono sempre). Sembra veramente che da qualsiasi parte uno si volti trovi dei libri: in bar, negozi, sale d’attesa, uffici pubblici, persino le stalle sono state convertite in piccole librerie. Una vera meraviglia di paese, dove i libri sono più degli abitanti, pieno anche di negozietti di seconda mano, bancarelle, scaffali vista fiordi e, soprattutto, di luoghi dove poter leggere e immergersi nelle pagine di storie più disparate.

 

 

“Existe un pueblo con más 📚 libros que 👫👫👫 habitantes: Se llama Mundal , esta 📍en Noruega 🇳🇴 y es el sueño de cualquier Bibliófilo” . 📌 Mundal es un tranquilo pueblo al oeste de Noruega , tan ideal que parece de cuento 📖 . No solo se encuentra entre fiordos sino que su encanto reside en que es llamado “La ciudad noruega del Libro” . 📌 Y Es que a pesar de tener que una población de menos de 300 personas, hay más de 150000 libros repartidos entre sus librerías de Segunda mano, sus calles y cualquier rincón del pueblo. . 📌 Desde 1995 “La ciudad noruega del Libro” ha llenado cada rincón de sus calles y locales con libros 📚. Cabinas de teléfonos, cafeterías, y estanterías al aire libre , edificios abandonados, paradas de autobús, etc. . 📌Cualquier lugar es bueno para dejar un libro. La mayoría son de segunda mano, lo que aporta una 💫 magia especial a sus calles. . . #mundal #noruega #fiordos #dateandoando #laciudadnoruegadellibro #ciudaddellibro #dateandoando #libros #librerias • • #read #reading #lovebooks #booklovers #library #bookworm #bookshelf #bookaddict #literature #lovebooks #readingforfun #

Un post condiviso da Adriana Montiel 🇻🇪 – Datos (@dateandoando) in data: 4 Gen 2019 alle ore 7:33 PST

Una società più civile

In questa cittadina della Norvegia, dove la microsocietà delle persone che la abita sembra ancora conservare un senso civico ormai tipico solo dei paesi nordici, specie se non sono grandi metropoli, seppur piccola e sconosciuta, è il grande esempio di una società che mantiene ben saldi i propri valori del rispetto dell’ambiente, della natura, soprattutto della cultura, in poche parole della civiltà con la C maiuscola. Uscendo dai confini di questo paesino, quindi, viene spontaneo pensare che se la società leggesse di più sarebbe una società più civile, tollerante e anche più acculturata; insomma renderebbe il mondo un posto più simile a Mundal.

 

 

Mundal, no oeste da Noruega, tem apenas 280 habitantes e mais de 150 mil livros. Entre lojas de segunda mão, barracas na beira da estrada e estantes de livros ao longo da costa, a cidade de Mundal abraça os leitores. #mundal #noruega #viajar #sapoviagens #portalsapo

Un post condiviso da SAPO (@sapo) in data: 4 Dic 2018 alle ore 3:04 PST

ARTICOLO SUGGERITO

Vittime di tortura: decine di migliaia nel mondo ogni anno

Vittime di tortura: decine di migliaia nel mondo ogni anno

di Roberta Gisotti La tortura è un crimine sancito dal diritto internazionale, non è mai …