Home / Cucina / Da domani in vigore la ricetta veterinaria elettronica, primi in Europa
Da domani in vigore la ricetta veterinaria elettronica, primi in Europa

Da domani in vigore la ricetta veterinaria elettronica, primi in Europa

Diventa obbligatoria da domani, in Italia, la ricetta veterinaria elettronica. Ad annunciarlo oggi in conferenza stampa è stato il ministro della salute Giulia Grillo. “Siamo il primo Paese ad adottare in Europa questo sistema innovativo nel campo della sanità animale” e che rappresenta “un passo fondamentale nella strategia di lotta all’antibiotico resistenza”. Si tratta, ha precisato il ministro, “di un tassello importantissimo nel processo di innovazione digitale che riguarda la sanità italiana” e di un tassello che “riguarda specificatamente la sanità animale ma ha evidenti ripercussioni anche sulla salute umana”. Sarà infatti “garanzia per tutti, perché ci dirà puntualmente il consumo dei farmaci negli allevamenti e avremo dati precisi rispetto anche al consumo degli antibiotici”. La resistenza agli antibiotici rappresenta, infatti, “una delle prossime sfide di salute pubblica. Come ci dice l’Organizzazione Mondiale della Sanità: se non interveniamo in tempo, nel 2050, avremo quasi 2,5 milioni di morti”.

MELOSI: I VETERINARI ANMVI SONO PRONTI, IL SISTEMA MOLTO MENO

I medici veterinari sono pronti a digitalizzare le loro ricette, il sistema lo è molto meno. “Ci sarà almeno un anno di collaudo – fa sapere Marco Melosi, presidente dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (Anmvi) -. Solo pochi giorni fa, alle interruzioni di connessione si aggiungevano le difficoltà operative di molte farmacie. Non possiamo certo pensare che tutto funzionerà alla perfezione da un giorno all’altro”, per cui “sarà inevitabile un periodo di tolleranza in cui potrà essere ancora necessario ricorrere al cartaceo”. Anmvi si augura anche che questo periodo di adattamento trascorra senza sanzioni: “Si tratta di un svolta operativa che investe tutto il mondo del farmaco veterinario, da quando è fabbricato a quando è consegnato. E’ necessario riconoscere che, anche ad obbligo cogente, il sistema richiederà inevitabilmente una fase di rodaggio e di realismo, senza sanzioni”, conclude Melosi.

ARTICOLO SUGGERITO

Elisa Isoardi: la replica su La Prova del Cuoco e il commento su Ivan Bacchi

Elisa Isoardi: la replica su La Prova del Cuoco e il commento su Ivan Bacchi

Elisa Isoardi, la precisazione su La Prova del Cuoco e le parole su Ivan Bacchi: …