Home / Salute e Bellezza / Gianluca Mech racconta perché La pubblicità è un gioco
Gianluca Mech racconta perché La pubblicità è un gioco

Gianluca Mech racconta perché La pubblicità è un gioco

La pubblicità è un gioco, parola di Gianluca Mech. L’ideatore della Tisanoreica ha infatti scritto un libro in cui, partendo dalla sua esperienza, parla di quanto sia importante la pubblicità per ogni tipo di impresa. Una lettura adatta a un pubblico ampio, come piace a lui.

Chi è Gianluca Mech

Originario di Montecchio Maggiore (in provincia di Vicenza), è erede di una famiglia che ha portato avanti le arti e i segreti della fitoterapia e di una tradizione erboristica antica. Nel 1987, appena maggiorenne, ha preso in mano le redini dell’azienda e, forte non solo degli insegnamenti del padre Giovanni e della nonna Adelaide ma anche dell’esperienza maturata, è riuscito a darle nuovo slancio esportando i suoi prodotti anche all’estero.

Gianluca Mech è ideatore di Tisanoreica, metodo dimagrante (sviluppato in collaborazione con il Dipartimento di Anatomia e Fisiologia dell’Università di Padova) di grande successo, anche tra i vip.

Un manuale di comunicazione atipico

La pubblicità è un gioco (edito da Cairo e disponibile nelle maggiori librerie nazionali online e negli store) è l’ottavo libro di Gianluca Mech. L’autore ne ha parlato con la conduttrice Roberta Capua, Elio Pecorini (Agenzia di comunicazione Gruppo GlebbMetzger), Marco Garavaglia (Cairo Editore) Roberto Bussola (Banca Mediolanum). Si tratta di un manuale di comunicazione atipico, in cui si racconta (anche attraverso numerosi esempi concreti e le testimonianze di imprenditori di successo che hanno fatto della loro immagine uno strumento di comunicazione) come orientarsi nei meandri della pubblicità tra quotidiani, tv, radio e web. I consigli principali? «Scegliere bene i mezzi sui quali fare pubblicità, farsi consigliare da interlocutori seri, mettersi in ascolto dei manager e dei propri consumatori» sottolinea Mech.

Come mai ha deciso di scriverlo? «Io vengo dal Veneto, dove ci sono tante piccole aziende che rinunciano ad avere il proprio marchio. E sbagliano, perché il marchio permette di essere liberi e di seguire i propri clienti come si vuole» ci spiega l’imprenditore. Però attenzione: il target a cui si riferisce è molto più ampio: «Mi rivolgo ai proprietari di piccole, medie e grandi aziende, ma anche a chi è imprenditore di se stesso e ai consumatori desiderosi di capire come funzionano i meccanismi della pubblicità che, come direbbe Mike Bongiorno, dovrebbe essere dei consigli per gli acquisti ma spesso non lo sono». E rassicura: «Non sono stato prolisso, il libro è veloce e facile da leggere».

L’impegno in tv con Belli dentro, Belli fuori

Gianluca Mech non è solo un grande professionista nel suo settore, ma anche un personaggio molto amato. Non c’è quindi da stupirsi che sia stato scelto come presenza fissa in Belli dentro, Belli fuori, il nuovo programma di dedicato al benessere e alla salute condotto da Roberta Capua su La7.
«Sono felice perché questa esperienza sta andando molto bene. Si è creata una bella squadra e il pubblico ci sta premiando con gli ascolti, tanto che probabilmente ci rivedrete anche il prossimo anno» ci racconta Gianluca Mech. «Trattiamo vari argomenti in maniera seria ma familiare, partiamo dalla notizia che riguarda la società e andiamo a vedere cosa cambia per noi. Insieme a me e alla padrona di casa Roberta Capua c’è anche la giornalista scientifica Margherita De Bac, che è una garanzia perché pesa e verifica le informazioni. Una cosa importante soprattutto oggi, con un web che dà spesso notizie fuorvianti».

Questa esperienza in tv non è una novità. L’imprenditore ha dimostrato, nel tempo, di avere un certo feeling con il mondo dello spettacolo: nel 2015 è stato protagonista di una puntata del programma tv Boss in incognito e nel 2016 ha partecipato a L’isola dei Famosi come concorrente. E sono numerosi anche i suoi camei come attore (anche nei panni di se stesso): si va da film come Loro chi? (2015) e Natale al Sud (2016) a fiction come Il bello delle donne… alcuni anni dopo (2017).

ARTICOLO SUGGERITO

Paola Di Benedetto: un video degli esordi apre la polemica sui presunti ritocchi

Paola Di Benedetto: un video degli esordi apre la polemica sui presunti ritocchi

Paola Di Benedetto, a Mai dire talk viene mostrano un video dei suoi esordi: sui …