Home / Cultura / La bellezza ci travolgerà: arriva il festival #CulturaIdentità
La bellezza ci travolgerà: arriva il festival #CulturaIdentità

La bellezza ci travolgerà: arriva il festival #CulturaIdentità

SAN VITO DEI NORMANNI – Il 6 febbraio di quest’anno, nel teatro Manzoni di Milano, è nato #CulturaIdentità. Un movimento che unisce associazioni culturali, artisti, giornalisti, imprenditori, che riconoscono che il nostro è il Paese della bellezza e che da questa bisogna ripartire per un avvenire migliore. Edoardo Sylos Labini, attore, ora ha deciso di portare nel Salento, a San vito dei Normanni, gli ideali e gli obiettivi di quello che vuol essere un nuovo Rinascimento. questa “Rete per non cadere vittime di una globalizzazione studiata a tavolino” diventa festival negli spazi del castello Dentice di Frasso, che ospiteranno alcuni dei volti più amati -e anche discussi- della cultura, dello sport e della politica italiana. “Difendere l’Identità e, conseguentemente, la cultura di un popolo, corrisponde alla certezza che quel popolo veda il futuro. Non c’è avvenire, infatti, se non si rispettano le proprie origini, se non si difendono le proprie tradizioni. Essere Italiani vuol dire essere figli di culture distanti geograficamente ma che, intrecciate tra loro, formano il DNA di una sola Cultura, quella italiana, amata in tutto il mondo”. Così Sylos Labini racconta il movimento e promuove il festival. Prima del faccia a faccia serale, ogni giorno durante l’aperitivo, ci sarà la presentazione di un libro con l’autore. La kermesse ha come media partner TeleRama, è in programma dal 21 al 25 agosto e, per questa prima edizione, affronterà diversi temi: la valorizzazione e il rilancio del settore Cultura in Italia, le nuovi produzioni cinematografiche, l’integrazione e l’aiuto al mondo della disabilità, la sicurezza e la battaglia per la legittima difesa, l’affermazione della diversità, il sostegno ed il mecenatismo nel campo dell’Arte.

Come detto, l’aperitivo di ogni sera sarà la presentazione di un libro, poi una mostra a cielo aperto con le opere dei giovani artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Bari e gli incontri, di volta in volta con un ospite diverso.

La rassegna si aprirà con Serena Bortone, lady Agorà, uno dei volti più amati di mamma Rai, insieme al nuovo Consigliere di viale Mazzini, Giampaolo Rossi e al sindaco di Ascoli, Guido Castelli.

Il 22 l’editore di TeleRama Paolo Pagliaro condurrà la serata con il concerto di un artista molto discusso, il cantautore Povia.

Il 24 agosto si parlerà di legittima difesa e di violenza con il Ministro Giulia Bongiorno e la sua associazione Doppia Difesa.

Insieme a lei, il sottosegretario alla Difesa Raffaele Volpi, ospite il Presidente di UNAVI, la tenace Paola Radaelli; modera Alessandro Giuli.

Chiude il 25 agosto Giusy Versace, meravigliosa donna simbolo di coraggio e positività, intervistata dalla giornalista Monica Setta.

Nello spazio libri il primo giorno à affidato all’acuta ironia di Angelo Crespi che presenterà un inedito della Fallaci (De Piante Editore), il 22 parola alla globalizzazione con Babel di Salvatore Santangelo, il terzo giorno il direttore di Apulia Film Commision, Antonio Parente illustrerà i tanti progetti cinematografici nati in Puglia in questi ultimi anni con un importante intervento, quello dell’onorevole Federico Mollicone della commissione Cultura della Camera (aspettiamo anche l’Assessore alla Cultura della Regione).

Ultimo libro, Diario di una vecchia checca, di una delle penne più politicamente scorrette, Nino Spirlì.

“Vi aspettiamo -scrive Sylos Labini- nella terra de lu sule, de lu mare, de lu ientu”.

+

ARTICOLO SUGGERITO

Raduni d'arma del Centenario: ad AssoArma l'onore di chiudere le ...

Raduni d’arma del Centenario: ad AssoArma l’onore di chiudere le …

Si terrà a Vittorio Veneto, da giovedì 25 a domenica 28 ottobre, il quinto Raduno nazionale AssoArma, …