Home / Cucina / Le ricette post- feste per rimettersi in forma in allegria
Le ricette post- feste per rimettersi in forma in allegria

Le ricette post- feste per rimettersi in forma in allegria

Cucina e Sapori – E’ inutile, le feste portano sempre con sé quei due-tre chiletti in più che poi a gennaio si cerca sempre di buttare giù. Riprende il solito tran-tran quotidiano, lavoro-casa-famiglia-palestra e possibilmente una cucina più equilibrata. Si cerca di correre ai ripari mangiando cibi più leggeri e salutari disintossicando il proprio organismo da tanti carboidrati ingurgitati durante le feste. Sbagliando si pensa che per fare ciò ci vogliano ricette tristi e senza sapore, ma non è detto che la soluzione ideale sia una dieta ferrea e insipida: bastano pochi accorgimenti per creare menù appetitosi, senza rinunciare al gusto, utilizzando magari i giusti ingredienti per dare allegria e brio ad un piatto.

Gli esperti consigliano sempre di consumare a volontà frutta e verdura di stagione e di ridurre la quantità di alimenti grassi, facendo attenzione anche al metodo di cottura dei cibi e a non esagerare con i condimenti! Si possono preparare perciò delle insolite insalate ricche, delle vellutate di verdure, le creme di legumi, polpette di verdure e cereali , primi freschi e saporiti, centrifugati speziati e così via… Le tisane drenanti e/o digestive aiutano ad elimirare le scorie accumulate nell’organismo, mentre, se non si può fare a meno del dolce, le cheesecakes si prestano a non aggiungere troppe calorie alla dieta e deliziarvi con un dolcetto sfizioso e in tante varianti di frutta. Si consigliano 4 delle tante ricette da portare in tavola in questi giorni, che presentano ingredienti salutari e metodi di cottura appropriati.

Insalata di cavolo rosso e mela

Il cavolo rosso è un alimento depurativo e ricco di antiossidanti. Utilizzando l’ortaggio e altri ingredienti light, si può preparare una semplice e ricca insalata da consumare come leggero secondo.

Ingredienti: 1 cavolo rosso, 1 mela, 1 carota, 1 melograno, mandorle, olio evo, sale e succo di 1 arancia.
Tagliate il cavolo a listarelle e aggiungete chicchi di melograno, carote alla julienne, la mela a cubetti e le mandorle tritate grossolanamente. Condite l’insalata con un po’ d’olio extravergine di oliva, sale e del succo d’arancia. Infine, lasciate insaporire il tutto per qualche minuto e servite a temperatura ambiente.

Spaghetti al cartoccio

Gli spaghetti al cartoccio sono un primo leggero ricco di sapore e profumi. Il cartoccio è un tipo di cottura che mantiene intatte tutte le proprietà e i sapori degli alimenti contenuti in esso. E’ un metodo di cottura che permette di cucinare senza grassi, quindi ideale per chi segue una dieta ipocalorica. Non è necessario aggiungere olio o burro, perchè grazie al calore e il vapore che si crea all’interno dell’alluminio gli alimenti sprigionano i liquidi necessari alla cottura dello stesso. Basta inumidire l’alluminio per evitare che diventi nero in forno e condire gli alimenti direttamente nel cartoccio prima della cottura;

Per 2 persone: 160 gr di spaghetti, 200 gr di gamberi (anche surgelati),5/6 pomodorini pachino, 1 scalogno, sale e pepe q.b., erba cipollina, olio evo , 1 pizzico di peperoncino in polvere.
Preriscaldare il forno a 180°C. Cuocere in abbondante acqua salata gli spaghetti (circa 5min.). Scolarli e posizionarli al centro del foglio di alluminio. Tagliare i pomodorini, lo scalogno e i gamberi a pezzetti e unire agli spaghetti. Condire con un pizzico di sale e pepe, un pizzico di peperoncino e un cucchiaio di erba cipollina tritata finemente. Chiudere bene l’alluminio a mo’ di caramella e cuocere in forno a 180 C° per 10 min. Condire con un filo d’olio d’oliva prima di servire.

Scaloppine di pollo con pomodorini, pinoli e capperi

Il pollo è una carne bianca povera di grassi e facilmente digeribile, particolarmente apprezzata per il suo sapore delicato. Inoltre è anche piuttosto economica e versatile in cucina. Una ricetta perfetta per chi sta attento alla linea, ideale per un pranzo o una cena in famiglia oppure con amici: piacerà ai grandi e ai piccini!

Per 4 persone: 600 gr di petto di pollo, 20 gr di capperi sott’aceto, origano, 40 gr di pinoli, 100 gr pomodorino pachino, 1 bicchiere di vino bianco, olio evo q.b., farina q.b., sale q.b.
Battere delicatamente le fettine di pollo con il batticarne per assottigliarle e ottenere lo spessore di pochi millimetri. Sgocciolare i capperi dall’aceto di conservazione. Infarinare bene la carne fettina per fettina. Riporre le scaloppine su un foglio di carta da forno, prestando attenzione a non accavallarle. Cuocere le scaloppine in una padella antiaderente con 4-5 cucchiai di olio extravergine di oliva. Quindi, aggiungere le scaloppine rosolandole da entrambi i lati. Bagnarle le scaloppine con il vino bianco, farlo evaporare e aggiungere il sale per insaporire. Aggiungere i pomodorini, i capperi, l’origano e i pinoli. Lasciar cuocere le scaloppine ancora per 2 minuti finché i pomodorini non saranno appassiti. Servire in tavola.

Purea di zucca e zenzero

Per aiutare l’organismo a liberarsi dalle tossine, una gustosa purea di zucca è l’ideale; Lo zenzero è un pregiato aromatizzante; grazie alle sue proprietà antibiotiche, è un valido alleato di stomaco e intestino.

Per 2 persone: 1 zucca piccola, zenzero q.b., semi di finocchio
Cuocere una zucca al forno o al vapore. Quando la polpa sarà molto morbida, frullare o schiacciare con una forchetta e condire con un filo d’olio extravergine e guarnire con zenzero tritato e semi di finocchio.

Crema di spinaci e curcuma

Gli spinaci sono una buona fonte di potassio, calcio, magnesio, vitamina b, vitamina c, ferro, sali minerali; mentre la curcuma ha le seguenti proprietà: antifiammatorio, antiossidante, fa bene alla mente, abbassa il colesterolo e disintossicante. E’ un ottimo sostituto del sale e si consiglia l’assunzione insieme al pepe nero per facilitarne l’assorbimento.

Per 4 persone: spinaci: 500 gr, olio d’oliva, 1 cipolla o porro, 2 patate, sale e pepe, 1 vasetto di yogurt greco, curcuma q.b, brodo vegetale.
Prima di tutto preparare il brodo vegetale. In una casseruola versare l’olio d’oliva e aggiungere la cipolla (o porro) e lasciar soffriggere a fiamma bassa. Intanto, pelare e tagliare le patate. Aggiungere le patate al soffritto, salare e aggiungere un po’ di brodo caldo. Lasciare cuocere fino a quando le patate non saranno cotte. Intanto pulire e lavare bene gli spinaci oppure, se usate degli spinaci surgelati, tirarli un po’ prima fuori dal freezer. Quando le patate saranno cotte, aggiungere gli spinaci dell’altro brodo. Se possibile aggiustare di sale. Gli spinaci hanno tempi di cottura brevi, dovranno solo insaporirsi insieme alle patate. Frullare con il mixer ad immersione. Se la vellutata dovesse risultare troppo densa, diluire con il brodo. Aggiungere alla crema la curcuma, lo yogurt greco, pepe e un filo di olio evo. Decorare con un rametto di erba aromatica e un crostino di pane e la vostra vellutata di spinaci è pronta!
Il colore e il sapore di queste ricette possono solo che rallegrare in tavola, rendendo piacevole affrontare il classico periodo post feste di depurazione e detox nel più sereno e gradevole dei modi.

(Il Faro on line)

ARTICOLO SUGGERITO

Nina Moric attanagliata dai rimpianti: “Carlos, non fare come me”

Nina Moric attanagliata dai rimpianti: “Carlos, non fare come me”

Nina Moric attanagliata dai rimpianti: “Carlos, non fare come me, promettimelo” Nina Moric e Fabrizio …