Home / Cultura / LIBRI: CONOSCERE, PERCORSI DI LIBERTA’, SETTE AUTORI …
LIBRI: CONOSCERE, PERCORSI DI LIBERTA', SETTE AUTORI ...

LIBRI: CONOSCERE, PERCORSI DI LIBERTA’, SETTE AUTORI …

CAVA DE’ TIRRENI – Sette autori per declinare il concetto di “Conoscenza” in tutte le sue sfaccettature e osservando la realtà da più prospettive: nasce così il saggio Conoscere, percorsi di libertà edito dalla Polis Sa Edizioni di Nocera Superiore (Salerno) e presentato sabato 28 ottobre prossimo al Rodaviva bar libreria di Cava De’ Tirreni (Salerno) a partire dalle ore 18. 

Alla presentazione parteciperanno Mimmo Oliva, portavoce di Polis Sviluppo e azione, Patrizia Sereno autrice e curatrice della raccolta, e gli autori Andrea Siano, Eleonora Marchini e Maria Di Serio.

Anita Santalucia, Paola Bianchi e Mari Albanese sono invece gli altri autori che hanno dato il loro contributo alla realizzazione del volume. 

Una raccolta che è un concentrato di consapevolezza, uno “strumento di lavoro che parte dalla valorizzazione di quelle radici che danno un senso al nostro presente e fungono da solida àncora per il futuro”.

Conoscere perché solo con la conoscenza non potranno imbrogliarti, solo con la cultura si potranno aprire le menti. Conoscere rende consapevoli”, è il filo conduttore dell’antologia, secondo volume della collana Sguardi che segue la pubblicazione di Il centro si guarda meglio dalla Periferia, un’analisi anche in questo caso da più punti di vista del concetto di periferia che non è e non è intesa solo come periferia geografica. 

Conoscenza e periferia sono due delle parole chiave del Manifesto di Polis Sa,  insieme a Emersione, Sud, Azione, Impresa e Sviluppo: sette aspetti della società odierna da affrontare per essere parte attiva in un processo di miglioramento che parta dai liberi cittadini, con l’impegno civico e la partecipazione, concentrandosi sul territorio e sulle necessità di difendere e tutelare e rafforzare i diritti dei cittadini. 

Aprire la mente a nuove forme di conoscenza, approfondire gli aspetti della vita reale, osservare ciò che ci circonda con occhi e mente che siano preparati al cambiamento e alla scelta, scegliere cioè di accettare la realtà perché a propria misura o di cambiarla quando si corre il rischio che tale realtà sia un limite: tutto questo è racchiuso nei contributi degli autori, che hanno declinato la conoscenza dal punto di vista filosofico, della criminologia, della curiositas, delle proprie radici e del territorio, delle procedure amministrative e dei bisogni primari e desideri di ciascuno, del tempo e del suo procedere e modificare le cose. 

 

ARTICOLO SUGGERITO

Turismo, il popolo delle occasioni perse

Turismo, il popolo delle occasioni perse

Roma, 17 ago. (Labitalia) – Che si tratti di quella destinazione sempre in cima alla …