Home / Salute e Bellezza / “Mamma in salute”: l’app del Ministero per la gravidanza
"Mamma in salute": l'app del Ministero per la gravidanza

“Mamma in salute”: l’app del Ministero per la gravidanza

Il Ministero della Salute ha pensato a un servizio telematico molto comodo per le donne incinte: con un click tutte le informazioni e i percorsi a disposizione. Ecco come funziona. 

È nato un servizio per le donne in gravidanza che permette di informarsi rapidamente: niente file, basta scaricare un’applicazione sul telefonino e si possono ottenere tantissime risposte. C’è la possibilità di scegliere il punto nascita più adatto alle esigenze della madre, ottenendo tutte le informazioni su quel centro, incluse le professionalità a disposizione. Si possono ottenere tantissime informazioni su come comportarsi, come prepararsi e su cosa mangiare durante questo meraviglioso e faticoso periodo della vita. Questa app funge anche da agenda: si possono annotare le visite, le prescrizioni e gli appuntamenti. Il servizio si può scaricare gratuitamente da “App Store” e da Google

Il ministro della Salute Giulia Grillo ha presentato il 12 maggio, in occasione della Festa della mamma, questa applicazione gratuita per smartphone, dandole un nome semplice ma efficace: “Mamma in salute”. 

UN’APP PENSATA DA GIULIA GRILLO PER INFORMARSI CON UN CLICK 

“E’ mia prima Festa della mamma ed è la prima volta che la festeggio in quanto ministro e madre allo stesso tempo- ha dichiarato la responsabile del Ministero della Salute, Giulia Grillo – Proprio durante la gravidanza e i miei primi mesi di maternità ho sempre pensato che fosse molto importante avere delle informazioni certificate in risposta alle mille domande che, tutte noi donne, ci facciamo. Per questo ho chiesto al ministero di sviluppare un’App per accompagnare le donne e chi sta loro vicino, in tutte le fasi della maternità, con informazioni certificate, completamente gratuita e senza pubblicità. Per me è anche l’occasione per ricordare che la promozione e la salvaguardia della salute della donna e del bambino sono una delle priorità strategiche del Servizio sanitario nazionale in quanto non riguardano la sola sfera privata della donna e di suo figlio, ma il benessere futuro dell’intera comunità. Sono convinta che la pubblica amministrazione debba utilizzare le sue risorse per rendere un servizio sempre più vicino ai bisogni del cittadino, impiegando le sue professionalità nel dialogo con i cittadini e mettendo le proprie conoscenze a disposizione della collettività. Ed è per questa ragione che mi rivolgo anche alle società scientifiche del settore, consapevole dell’importante lavoro che i professionisti svolgono nel quotidiano, confidando che questa applicazione possa essere anche per loro uno strumento utile per promuovere l’informazione sulla salute della donna”.

LE TRE SEZIONI INFORMATIVE

L’applicazione segue le fasi naturali delle neo-mamme, ecco perché le sezioni informative sono tre: prima della gravidanza, gravidanza e parto, dopo il parto e allattamento. Ogni donna, con questo servizio, può programmare una gravidanza meglio, ottenendo tutte le risposte necessarie. La tecnologia, dunque, al servizio della sanità rende tutto più semplice e veloce, con meno code e zero burocrazia. 

L’app fornisce un collegamento con la mappa dei Centri per la procreazione medicalmente assistita, i riferimenti dei consultori familiari su tutto il territorio nazionale, cosa sono e dove si possono trovare le banche del latte e tanto altro: sono tanti i servizi a favore e a sostegno della maternità che il ministero mette a disposizione in un unico strumento.

”Con la mappa dei punti nascita sarà possibile localizzare le strutture assistenziali dove una donna può partorire, con informazioni dettagliate sul numero di culle, la presenza dell’unità di neonatologia e di terapia intensiva neonatale, il pronto soccorso pediatrico, il volume di parti effettuati nella struttura – spiegano gli esperti del Ministero della Salute – Informazioni che possono rappresentare un utile supporto alla donna per l’esercizio di scelta consapevole di dove partorire. Nel Diario della gravidanza personalizzato sarà possibile registrare i risultati delle indagini diagnostiche-strumentali effettuate e delle visite ginecologiche. L’agenda, che si connette automaticamente a quella del proprio smartphone, ricorderà alla donna gli appuntamenti più importanti per tutti i nove mesi di gestazione.

L’utilizzo dellla App consente la tutela della privacy ed è privo di messaggi di natura commerciale”.

LA SANITÀ DIGITALE E IL DIRITTO ALL’INFORMAZIONE 

L’applicazione “Mamma in Salute” è stata curata dalla Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali, dalla Direzione generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica e dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria. Lentamente, ma inesorabilmente, la sanità italiana sta entrando nel nuovo millennio digitale promuovendo il diritto all’informazione dei cittadini. Nuovi sistemi, nuove tecnologie affiancati all’uso di internet per la cura e la conoscenza. Le possibilità che ci mettono a disposizione gli avanzamenti tecnologici sono infinite. In Puglia sta crescendo anche la Telemedicina. La cosa più importante, però, è riuscire a rendere tutte le informazioni che riguardano la sanità facilmente fruibili dai pazienti: ecco perché questa applicazione studiata dal Ministero è un primo passo verso una nuova sanità moderna ed europea

Gaetano Gorgoni

ARTICOLO SUGGERITO

Francesco - Violenze sessuali nella Chiesa: ora niente scuse | Attualità

Francesco – Violenze sessuali nella Chiesa: ora niente scuse | Attualità

Il 9 maggio scorso papa Francesco ha emanato un nuovo motu proprio, Voi siete la …