Home / Casa / Minimalismo estremo, il futuro del design
Minimalismo estremo, il futuro del design

Minimalismo estremo, il futuro del design

Less is more. Il sito Houzz ha diffuso un comunicato stampa a fine marzo, raccontando una nuova tendenza. Ossia, il minimalismo estremo nel mondo della ristrutturazione. Citando l’ispirazione della guru dell’ordine Marie Kondo, infatti, ha parlato di questo trend ormai dilagante.

 Festeggiamenti a Berlino per i cent’anni del Bahaus

Houzz è la piattaforma online leader mondiale nell’arredamento, progettazione e ristrutturazione d’interni e d’esterni. Il comunicato stampa diffuso, però, si chiude così. “Speriamo che nel frattempo tu non abbia già svuotato la tua casa per seguire questa nuova tendenza perché… è un pesce d’aprile”. Ma questo non significa che in futuro il design possa effettivamente andare nella direzione tracciata da questo scherzo. Ed eccolo, nel dettaglio.

Amazon.it

Minimalismo estremo, la Regola del Tre

Lo stilista di questo salotto di Copenhagen raccomanda vivamente di seguire la “regola del tre”, come esemplificato da questo spazio audace che prevede solo ed esclusivamente: un tappeto, una sedia e una pianta. Sedersi tranquillamente sull’unica seduta – facendo i turni, uno alla volta – in contemplazione di un tocco di verde per pochi minuti al giorno accende una gioia incommensurabile per i proprietari di casa, da poco genitori.


Amazon.it

La semplicità del contrasto

In questa foto di un salotto di New York, salvato in oltre 56.000 ideabook su Houzz: un tappeto e una lampada da terra sono sufficienti per il proprietario di casa sempre in movimento, che non chiede altro alla vita. Il tappeto morbido aggiunge uno strato di calore alla stanza e offre un luogo accogliente dove sedersi e leggere sotto la lampada da terra scultorea. Chiaramente super minimal.


Ebay.itSpazi ariosi

In una casa in cui sono presenti felici piante d’appartamento è un attimo sentirsi immediatamente più rilassati. Tutto ciò che ospita questo soggiorno di San Francisco è una singola pianta in vaso. Sfidiamo chiunque a creare uno spazio più aperto e arioso di questo. Il posizionamento strategico della pianta accanto alla finestra proietta ombre giocose sui pavimenti in legno che cambiano durante il giorno. Quasi fosse un arredamento “mutante”.


Ebay.itLinearità sopra ogni cosa

Non sorprende che questo salotto in legno bianco sia stato la la foto più apprezzata dai lettori nel mese di marzo. Le pareti bianche evitano che i soffitti bassi infondano una sensazione di oppressione, e contribuiscono a creare uno spazio luminoso, che emana energia silenziosa. Notare come le pareti disadorne accentuano la grana dei pavimenti in legno, creando un sottile ma innegabile piacere visivo per gli occhi.

ARTICOLO SUGGERITO

In viaggio sul Grande Fiume: da Cremona al Delta del Po

In viaggio sul Grande Fiume: da Cremona al Delta del Po

CREMONA (23 maggio 2019) – Da sempre è noto l’amore di PFM per gli animali (“Randagio” …