Home / Salute e Bellezza / Presentazione del secreto di Aspersa
Presentazione del secreto di Aspersa

Presentazione del secreto di Aspersa

Da: Organizzatori
La Cna di Ferrara tiene a battesimo una nuova iniziativa imprenditoriale nel settore della cosmetica. Un progetto che si basa su una filiera tutta ferrarese, e che si avvale del contributo dell’Università di Ferrara, di una serie di aziende ferraresi e dell’istituto di credito del territorio, vale a dire Bper Banca.
Si tratta de “Il secreto di Aspersa” dell’Officina Cosmetica Estense di Francesco Cavallini: una linea di cosmetici basati su HelixComplex, prodotto derivato dal secreto di Helix Aspersa Muller. E’ la cosiddetta bava di chiocciola: ha importanti proprietà che vengono sfruttate nella linea di prodotti denominata appunto “Il secreto di Aspersa”.
“Siamo felici di presentare questo progetto nato anche grazie a Cna – ha detto il direttore provinciale Diego Benatti aprendo la conferenza stampa di presentazione – E’ la testimonianza di un percorso imprenditoriale che ha già ottime prospettive di crescita pour essendo ancora in una fase di startup e dimostra che è possibile creare filiere ad alto valore aggiunto, basate sulle competenze del sistema-territorio”
“Officina Cosmetica Estense è un sogno che si avvera. – ha spiegato in conferenza stampa Francesco Cavallini – Con “Il secreto di Aspersa” si è posta l’obiettivo di mettere sul mercato un prodotto cosmetico di altissima qualità, basato su una filiera tutta ferrarese. Per amore del territorio, ma anche perché in questo modo la filiera risulta più compatta ed è più controllabile la qualità del risultato finale”.
Una parte essenziale, nel progetto, l’ha avuto la ricerca universitaria condotta dall’equipe del professor Claudio Trapella, docente del dipartimento di Chimica e farmaceutica di Unife. Da tempo Trapella con i propri collaboratori ha dato vita a HelixPharama, società amministrata dal dottor Andrea Alogna che opera nella produzione di HelixComplex, componente base dei cosmetici dell’Officina Cosmetica Estense. “Il progetto di Francesco Cavallini ci è piaciuto da subito – ha spiegato Trapella – perché rappresentava uno sbocco ottimale della nostra attività di ricerca: una filiera totalmente ferrarese, finalizzata alla realizzazione di un prodotto che per ora è ferrarese ma speriamo risulti interessante in tutta Italia e anche oltre”.
Per le lumache, Francesco Cavallini si è rivolto a un allevamento di Vigarano, la Corte Frazza: alla conferenza stampa era presente uno dei titolari, Luca Fiorini, che si è detto felice di partecipare a un progetto dalle importanti prospettive. I tre prodotti cosmetici della linea “Il secreto di Aspersa” sono stati sviluppati da Global Cosmesi, azienda di Vigarano che ha fatto della ricerca e sviluppo il proprio biglietto da visita: “Siamo partiti da una materia prima di altissima qualità – ha spiegato il titolare Riccardo Barbieri – Abbiamo realizzato tre prodotti, tra loro compatibili, pensati per offrire un vero e proprio trattamento completo per la pelle. Dalla detergenza, alla cura del visto attraverso una maschera di bellezza, per finire con una crema idratante”.
Cna ha sostenuto la nascita di questa innovativa iniziativa imprenditoriale con i propri servizi specializzati nella creazione d’impresa; come ha spiegato Patrizia Barbieri, resp. Credito di Cna Ferrara “abbiamo preso per mano il giovane imprenditore e lo abbiamo accompagnato nella redazione del progetto d’impresa e nella redazione del business plan aziendale; abbiamo inoltre individuato un interlocutore bancario che mettesse a disposizione dell’imprenditore una linea di credito adatta alle sue esigenze”. L’interlocutore è bancario è Bper: “siamo soddisfatti di aver partecipato a questo progetto perché è un’occasione per riaffermare il nostro ruolo di banca del territorio – ha spiegato Enrico Brigandì, resp. Territoriale per l’Alto ferrarese di Bper Banca.
Brain di Ferrara si occupa della valorizzazione grafica e sui media digitali della nuova linea di prodotti: “Il progetto si è dimostrato sin dal principio molto stimolante – ha spiegato Ilaria Bigoni di Brain – Abbiamo scelto di utilizzare Aspersa (il nome scientifico della lumaca) come un nome proprio distintivo della linea di prodotti, e di usare i colori della terra per identificare visivamente la linea grafica. Da qui la produzione di tutti materiali: brochure, sito internet, profilo facebook”. La tipografia Sate si è occupata del confezionamento dei prodotti: “siamo molto felici di partecipare a questo progetto collettivo – ha detto la rappresentante di Sate Alessandra Guzzinati. Imprima srl di Vigarano si è occupata dell’etichettatura.
La nuova linea di prodotti è stata inoltre sottoposta sia a AFM, le farmacie comunali, sia all’Associazione Titolari di Farmacia della Provincia di Ferrara. “La dermocosmesi è in crescita nell’interesse della clientela – ha spiegato l’amministratrice di AFM Alessandra Vaccari – e questo progetto ci permetterà di rispondere a questa esigenza. Già il 21 maggio presenteremo i prodotti di dell’Officina Cosmetica Estense alle nostre farmaciste”.
“Questo progetto potrebbe tranquillamente comparire come buona pratica in un master universitario – ha concluso il Presidente provinciale di Cna Ferrara Davide Bellotti – Mette insieme ricerca, innovazione, capacità di lavorare in rete, e naturalmente la valorizzazione delle competenze proprie del territorio. E’ compito di Cna affiancare le imprese in progetti come questi, che hanno un importante valore politico oltre che economico”.

Commenta

ARTICOLO SUGGERITO

Libri. "Romagna misteriosa. Storie e leggende di mare e di costa" di Eraldo Baldini alla Casa Matha

Libri. “Romagna misteriosa. Storie e leggende di mare e di costa” di Eraldo Baldini alla Casa Matha

Non si conoscono molti elementi relativi alla cultura marinara della Romagna, perché essa è sempre …