Home / Tempo libero / Vacanze e tempo libero / Salento in auto, treno, bici: con quali mezzi muoversi?
Salento in auto, treno, bici: con quali mezzi muoversi?

Salento in auto, treno, bici: con quali mezzi muoversi?

Il Salento è una delle zone d’Italia più caratteristiche e ricche di cultura di tutto lo stivale, in grado di ispirare poeti, scrittori e pittori, oltre ad essere considerata come una delle mete migliori per organizzare le proprie vacanze, specialmente quelle estive. La penisola salentina gode di una profonda influenza greca che ne ha contraddistinto la crescita culturale: basti pensare che nella piccola cittadina di Sternatia la gente si saluta ancora oggi con kalimera e kalispera, ossia “buongiorno” e “buonasera” in greco.

Questa terra meravigliosa, che riesce a stupire sempre l’animo di chiunque la visiti, che sia la prima o la millesima volta, ha una lunghissima lista di mete che potrebbero essere ammirate, come ad esempio la più nota Lecce, la Firenze del Sud, Gallipoli, meta classica per ogni giovane che voglia godersi un mare cristallino e divertirsi con i propri amici, e la folkloristica Brindisi, solo per citare le mete più note.

Nel momento in cui si progetta una vacanza per gustarsi le bellezze naturali, culturali e gastronomiche della terra salentina, è d’obbligo porsi alcune domande per quanto concerne l’organizzazione dei giorni di viaggio a disposizione: con quali mezzi muoversi per il Salento? Auto, treno, bici o altri ancora? Specialmente per coloro che vengono da molto lontano, probabilmente dopo un lungo viaggio in aereo o in auto, è cruciale organizzarsi per quanto concerne gli spostamenti fra le varie città: infatti, questa subregione del territorio italiano è estremamente vasta, motivo per cui chi si trova a dover organizzare una vacanza in tale zona della Puglia deve valutare con estrema attenzione gli spostamenti nel corso dei vari giorni, anche con differenti mezzi di locomozione.
Ma valutiamo con attenzione tutti i singoli aspetti che influenzano questa decisione, passo per passo.

Come è possibile raggiungere il Salento?

Innanzitutto, è palese e quanto mai scontato dire che è impossibile raggiungere il Salento in bici, a meno che non si sia ciclisti di fama mondiale! Considerando gli spostamenti lungo le linee ferroviarie e stradali italiane, vi sono tre opzioni principali, non elencate seguendo un preciso ordine:

– Qualora vi dobbiate spostare di alcune centinaia di chilometri, potrebbe essere conveniente scegliere di viaggiare in aereo, o al più in treno; questo perché viaggiare molto a lungo in macchina potrebbe essere decisamente fastidioso, e portare alla necessità di fare numerose soste, oltre al costo del carburante che potrebbe essere una spesa davvero consistente. Per questo motivo, qualora vi troviate nella condizione di poter scegliere fra più opzioni, questa potrebbe essere indicata per coloro che, oltre a dover coprire una grande distanza, avrebbero la necessità di portare una maggiore quantità di bagagli, con un piccolo extra, nel caso si intenda soggiornare per un periodo superiore alla settimana. Inoltre, si consiglia caldamente di prenotare con largo anticipo, in modo da approfittare di eventuali sconti presso i più noti siti di prenotazione online.

– Consideriamo ora il rovescio della medaglia, ossia quando sarebbe consigliabile organizzare un viaggio in macchina, o al più in pullman: laddove non si debbano percorrere grandi distanze, in termini di chilometri oppure di tempo di viaggio, sarebbe possibile risparmiare una grande somma di denaro, rispetto a quella che si spenderebbe per un lungo viaggio in aereo oppure in treno. Potrebbe essere più comodo valutare l’opzione del viaggio in macchina, se si considera la possibilità di spostarsi fra le varie mete del Salento con maggiore agilità, senza dover dipendere dai mezzi pubblici e senza la necessità di dover affittare una macchina, dunque dover aggiungere un’ulteriore voce al capitolo spese.

– Infine, si consiglia caldamente di soggiornare presso una struttura, che può essere tanto un hotel quanto un appartamento in affitto per alcuni giorni, che sia vicina alle mete che si intende visitare. È ideale, infatti, considerare se c’è una grande offerta presso uno dei maggiori centri (Brindisi, Lecce, Gallipoli, Martina Franca), oppure approfittare dei prezzi più bassi delle città limitrofe (Fasano, Pulsano, Carovigno, Santa Sabina), per potersi godere a pieno non solo le bellezze delle grandi città, ma anche del mare cristallino e delle altre meraviglie naturali dei centri minori.

Con quali mezzi conviene spostarsi nel Salento?

Dopo aver introdotto e spiegato quali siano i vantaggi dello spostarsi con un mezzo piuttosto che un altro per raggiungere il Salento e, in parte minore, quali potrebbero essere i vantaggi derivanti dallo scegliere di spostarsi con mezzi differenti, è ora di scendere nel dettaglio, e capire quali siano le opzioni potenzialmente più convenienti. Gli spostamenti, infatti, a meno di circostanze poco piacevoli come ritardi dei mezzi pubblici e traffico eccessivamente intenso nella città, non sono particolarmente problematici, ma anche in tal caso viene presentata qui di seguito una lista di possibilità, sempre non in ordine di preferenza:

– Per chi avesse scelto di spostarsi in macchina per raggiungere il Salento, potrebbe essere davvero conveniente avere la possibilità di lasciare la propria automobile presso il domicilio affittato, per poi andare a visitare alcuni luoghi di particolare interesse, godersi una passeggiata presso le mete turistiche della zona, oppure semplicemente rilassarsi presso una delle spiagge sabbiose in uno degli stupendi residence Maldive del Salento, dal nome di una delle spiagge più belle e famose della zona, in tutto e per tutto simili alle Maldive. In linea di massima, è possibile spostarsi lungo le strade provinciali che si affacciano sul mare, spesso più libere rispetto ai tragitti cittadini, senza troppi problemi, e senza dover lesinare sugli oggetti da portare con sé; l’unica difficoltà potrebbe essere quella legata a trovare un parcheggio. Inoltre, grazie alla possibilità di avere un proprio mezzo di locomozione, dopo essere giunti a destinazione tramite la SS 100, è possibile scegliere il proprio percorso di giorno in giorno, senza alcun tipo di difficoltà, semplicemente tenendo in considerazione la condizione delle strade ed eventuali lavori in corso.

– Uno dei metodi più comuni nel momento in cui si intende soggiornare presso una struttura salentina, è spostarsi grazie alla linea ferroviaria e, più in generale, tutti i mezzi pubblici collegati a questa, come ad esempio i pullman sostitutivi che contribuiscono al regolare svolgimento delle tratte delle Ferrovie Sud-Est. Nonostante il tabellone degli orari preveda una vasta gamma di orari e possibilità, specialmente se integrati con quelli del servizio ferroviario, talvolta i ritardi e il fatto che questi treni non superino i 40 km/h, potrebbero rappresentare un ostacolo qualora si intenda viaggiare da un lato all’altro del Salento in giornata, quindi potrebbe essere conveniente utilizzare questi mezzi per spostamenti brevi, ma più frequenti, piuttosto che per un singolo viaggio di lunga durata. Inoltre, alcuni tratti della linea sono ancora in fase di ricostruzione, motivo principale che porta all’insorgenza dei ritardi.

– L’ultima opzione, particolarmente interessante in verità, è quella di girare attraverso le città del Salento in bicicletta; naturalmente, ciò non implica che il dover pedalare lungo tutto il percorso, impedisca di prendere un mezzo pubblico per un piccolo tragitto, per poi attraversare la città sul proprio mezzo a due ruote. Infatti, potrebbe essere molto carino girovagare in città con i propri amici, o il proprio partner, facendo un po’ di attività fisica e respirando l’aria salubre del lungomare di alcune delle più folkloristiche e meravigliose città salentine, nel pieno delle bellezze naturali di questo meraviglioso panorama del Sud Italia.

ARTICOLO SUGGERITO

Marco Leonardi parla del rapporto con il padre dopo l’arresto

Marco Leonardi parla del rapporto con il padre dopo l’arresto

Il rapporto tra Marco Leonardi e il padre boss Francesco Leonardi Marco Leonardi è tornato …