Home / Cucina / Una mano a chi è al lavoro: torna il maggiordomo

Una mano a chi è al lavoro: torna il maggiordomo

BORGO VIRGILIO. Gli impegni lavorativi e le pratiche da sbrigare nella vita di tutti i giorni sono spesso mondi inconciliabili. A mancare è il tempo. Per aiutare i dipendenti di nove aziende del territorio (Novellini, Corneliani, Lubiam, Messaggerie del Garda, Piscine Castiglione, Relevi, Atelier Emé, Thun e Copiaincolla) è nata nel 2015 la rete di conciliazione vita-lavoro Eugenio. Visto il successo del primo biennio, il progetto di welfare inter-aziendale è stato rinnovato per altri due anni. Tre i Comuni coinvolti (Borgo Virgilio, il capofila, Castiglione delle Stiviere e Gazoldo degli Ippoliti).

Le iniziative presentate, appoggiate da Ats Val Padana, hanno ottenuto l’approvazione e un contributo della Regione pari a 140mila euro. Tre gli interventi principali. Il primo punto riguarda i summer voucher, grazie ai quali i dipendenti potranno ottenere rimborsi per le spese sostenute per i Cred estivi. Il lavoratore dovrà avvisare l’azienda e, una volta pagato il bollettino per il Cred, potrà chiedere al Comune di Borgo Virgilio un rimborso di parte della spesa.

Il secondo passaggio consiste nel cosiddetto maggiordomo inter-aziendale. Si tratta di una sorta di tuttofare che svolgerà al posto del dipendente le commissioni della vita quotidiana: potrà recarsi in posta, in banca, a ritirare ricette mediche, a fare la spesa. Questo permetterà ai lavoratori di non essere costretti a chiedere permessi dal lavoro. Terzo obiettivo, la creazione degli Eugenio Community Campus. L’obiettivo è realizzare attività destinate ai figli, tra i 6 e i 14 anni, dei lavoratori. Campus estivi ed invernali con corsi specifici (inglese, yoga, musica), uscite sul territorio e un sistema logistico che preveda il trasporto dei bambini dall’azienda alla sede del campus.

Il coordinamento tecnico sarà a cura di Variazioni srl. Sempre sul tema conciliazione vita-lavoro è in arrivo un contributo di altri 100mila euro dall’Unione Europea. Il Comune di Borgo Virgilio, anche in questo caso ente capofila ma con soggetti diversi, si è, infatti, aggiudicato un bando. 

Il progetto, i cui contorni devono ancora essere ufficializzati, coinvolgerà anche il Comune di Mantova e alcune cooperative. «Il progetto Eugenio ha avuto un grande successo in questo primo biennio – spiega l’assessore ai servizi sociali di Borgo Virgilio Teresa Amatruda – la scelta di riproporlo è stata automatica. Siamo soddisfatti e orgogliosi di queste iniziative. Anche per quanto riguarda il bando europeo, ci siamo classificati nei primi posti della graduatoria».

ARTICOLO SUGGERITO

“Io sono donna”: a Reggio Calabria una giornata dedicata al ...

“Io sono donna”: a Reggio Calabria una giornata dedicata al …

A Reggio Calabria una giornata dedicata al benessere delle 20 ospiti dei centri antiviolenza Una …