Home / Cultura / Attualità / Una mano al pianeta anche da Carpi Attualità
Una mano al pianeta anche da Carpi Attualità

Una mano al pianeta anche da Carpi Attualità

Erano sette/ottocento, secondo i calcoli del Commissariato, i partecipanti alla manifestazione indetta dal FFF (Fridays for Future) di Carpi in sintonia con le altre centinaia di manifestazioni analoghe in corso o in programma in più di mille città del mondo, per rispondere all’appello della piccola Greta Thunberg per una politica che guardi al pianeta come bene da preservare per il futuro.

 

Una folla variopinta, composta di bambini delle scuole d’infanzia, alunni delle elementari e studenti delle medie e delle superiori, accompagnati da genitori, insegnanti, attivisti antichi e recenti, reduci di mille battaglie, si è data appuntamento in piazza Garibaldi per formare poi un corteo costellato di disegni e cartelli con slogan (l’Oscar va senza dubbio a “Anche i dinosauri credevano di avere tempo”) che si snodato lungo corso Alberto Pio per raggiungere piazza Martiri dove al microfono, invitati da Aldo Arbore, esponente del FFF locale, si sono alternati bambini piccolissimi e ragazzi più grandi per lanciare il loro messaggio per la salvaguardia di un pianeta sofferente, cementificato, soffocato dai gas serra, senza rispetto per una natura che boccheggia e qualche volta, proprio per questo, si vendica.

 

ARTICOLO SUGGERITO

Anna Tatangelo: ‘Ho sempre avuto 30 anni anche a 15’

Anna Tatangelo durante una recente intervista a Grazia si è dichiarata una “30enne inside”. La …