Home / Tempo libero / Viaggi nel tempo e negli oceani, parte il Festival delle Scienze di …
Viaggi nel tempo e negli oceani, parte il Festival delle Scienze di ...

Viaggi nel tempo e negli oceani, parte il Festival delle Scienze di …

Viaggi nel tempo, attraverso gli oceani e nel mondo dei robot: il National Geographic Festival delle Scienze di Roma e’ al nastro di partenza con un programma ricco di incontri e conferenze che prendera’ il via il 16 aprile presso l’Auditorium Parco della Musica, per poi aprirsi alla citta’ con il programma ‘Eureka!’ che portera’ le ultime novita’ scientifiche nelle biblioteche della citta’.

In programma fino al 22 aprile e prodotto dalla Fondazione Musica per Roma, il festival e’ nato anche quest’anno dalla collaborazione tra National Geographic, Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn). Sostenuto da Roma Capitale e ministero per l’Istruzione, Universita’ e Ricerca (Miur), ha la collaborazione scientifica di Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

Seguendo il filo rosso della ricerca delle cause, lo scrittore James Gleick affrontera’ il tema affascinante dei viaggi nel tempo, mentre l’oceanografa Sylvia Earle proporra’ un tuffo nei misteri delle profondita’ dei mari e il vicedirettore scientifico dell’Iit, Giorgio Metta, permettera’ di gettare sguardo nel futuro in compagnia dei robot. “Una delle novita’ di questa edizione – ha detto all’ANSA il presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) Fernando Ferroni – e’ l’apertura del festival alla citta’, con un ricco programma di incontri nelle biblioteche di tutti i quartieri chiamato ‘Eureka!’. L’obiettivo – ha aggiunto – e’ discutere dell’avventura scientifica, come la nuova visione del cosmo aperta dalla scoperta delle onde gravitazionali”.

200 appuntamenti e oltre 340 eventi
l National Geographic Festival delle Scienze di Roma prevede piu’ di 200 attivita’ rivolte a bambini e ragazzi, 200 appuntamenti in 24 biblioteche romane con il programma di ‘Eureka!’ e oltre 340 eventi, tra cui concerti, mostre, spettacoli e piu’ di 40 incontri divisi in 4 aree tematiche: terra e ambiente, pensiero e creativita’, societa’ e legge, tecnologia e realta’, tutte con un unico filo conduttore ‘Le cause delle cose’. “Un caleidoscopio di suggestioni”, lo definisce Aurelio Regina, presidente della Fondazione Musica per Roma

Per Luca Bergamo, vicesindaco di Roma Capitale, “se nel pensiero comune non entrano le domande scientifiche, non possiamo affrontare i problemi della societa’”. Nel corso del festival si parlera’ anche di diritti umani con Tawakkol Karman, l’attivista yemenita premio Nobel per la Pace nel 2011 e di donne di successo nella scienza. Il giorno conclusivo del festival, il 22 aprile, Giornata Mondiale della Terra, sara’ dedicato a una tavola rotonda sulla salvaguardia e il futuro del Pianeta.

ARTICOLO SUGGERITO

Belen e Borriello insieme a Formentera: ritorno di fiamma? - Gossip ...

Belen e Borriello insieme a Formentera: ritorno di fiamma? – Gossip …

L’utente che utilizza il servizio di commento dei contenuti del sito www.unionesarda. it si impegna …