Home / Salute e Bellezza / Vino, 18 idee per i weekend della vendemmia
Vino, 18 idee per i weekend della vendemmia

Vino, 18 idee per i weekend della vendemmia

Sfoglia la gallery

Vino, 18 idee per i weekend della vendemmia

Scarpe comode, calici pronti. E un po’ di tempo per se stesse. I piaceri di settembre hanno il profumo dell’uva appena raccolta nei campi. È il momento di rigenerarsi – dallo stress da rientro e forse anche dalle fatiche delle vacanze – ed è già ora di programmare piccole evasioni per affrontare con più grinta l’autunno.

Basta una pausa brevissima in mezzo alla natura. Dal momento che i «wine lovers» in tutto il mondo aumentano, e in Italia in particolare  aumentano a vista d’occhio le proposte a tema vino. E la ricaduta economica è enorme per il territorio: «le zone del vino ogni anno accolgono 15 milioni di visitatori, per un guro d’affari di 3,5 miliardi di euro, con un trend di crescita del 3,6% all’anno, mentre tutto il turismo in Italia vale 93,9 miliardi di euro», ha riferito qualche mese il senatore Dario Stefàno, capogruppo in Commissione Agricoltura di Palazzo Madama e primo firmatario dell’emendamento che ha introdotto l’enoturismo nella legge di bilancio.

Le proposte non riguardano solo le degustazioni, talvolta abbinate ai prodotti gastronomici locali, e visite in cantina (1200 le cantine italiane attrezzate per l’accoglienza, 21mila le cantine aperte al pubblico per la vendita diretta e 170 le strade del vino, anche se poco più di una dozzina sono effettivamente attive). Anche fiere, concerti e vere e proprie feste, per far conoscere i vitigni tipici di ciascun territorio. Inviti a partecipare attivamente alla vendemmia, come si faceva una volta, pigiando l’uva a piedi nudi. E poi wine tour, a piedi o con i più svariati mezzi. La tenuta Hofstätter di Tramin – Termeno propone per esempio un winesafari a bordo di un fuoristrada 4×4 che era appartenuto all’esercito austriaco, per lasciarsi accompagnare in sicurezza alla scoperta dei vigneti altoatesini. Merano apre lo scrigno dei tesori custoditi nei Giardini di Sissi. Le cantine toscane fanno riscoprire l’antico rito della merenda. Villa Matilde, azienda vinicola campana che lega il suo nome alla riscoperta del Falerno del Massico, propone anche la raccolta in notturna dell’uva a bacca bianca.

Se state per volare oltreoceano sappiate che anche in California settembre è il mese del vino, con cantine aperte in 49 contee. Da queste parti, invece l’ultima tendenza è la ginnastica del vignaiolo: semplici esercizi ispirati ai movimenti che si fanno in vigna, per una sessione guidata da un personal wine trainer, adatta a piccoli gruppi (in foto). È la proposta della cantina Al Rocol in Franciacorta. Esperienze ritempranti per tutte le età. E in tutte le regioni del vino potete trovare rituali di benessere che sfruttano le proprietà del vino: dai bagni nell’uva nei Romantik hotel altoatesini alla vinoterapia alle Terme di Salvarola, sulle colline di Modena, oppure nel wine resort Il Falconiere, a Cortona. Scoprite la wine experience che fa per voi.

‘);
}

ARTICOLO SUGGERITO

Cultura. Roma, la libertà è il tema della 10ma edizione di “Libri ...

Cultura. Roma, la libertà è il tema della 10ma edizione di “Libri …

DA 14 A 17 MARZO 2019 ALL’AUDITORIUM. SINIBALDI: STIMOLERÀ LETTORI E SCRITTORI (DIRE) Roma, 18 …