Home / Salute e Bellezza / A Trapani un corso di formazione per aiutare rifugiati vittime di violenza
A Trapani un corso di formazione per aiutare rifugiati vittime di violenza

A Trapani un corso di formazione per aiutare rifugiati vittime di violenza

 Ha preso il via la prima edizione del Corso di formazione “PROVIDE”, finanziato con fondi comunitari, che ha l’obiettivo di formare personale esperto nella presa incarico di rifugiati/richiedenti asilo vittime di violenza di prossimità durante il viaggio ed è rivolto agli operatori che lavorano in Hotspot, Sprar e Cas, al fine di potenziare le proprie competenze e di applicarle nelle situazioni specifiche.

Si tratta del primo percorso formativo europeo che prende le mosse da Trapani e che farà tappa a Palermo, Agrigento, Lombardia e l’estero con la Spagna e la Francia. La sociologa Ignazia Bartholini, project manager di PROVIDE, ha aperto il ciclo di lezioni che sarà sviluppato su macro-obiettivi: aumentare la sensibilità della salute, il benessere sociale, di donne e uomini, minori e anziani, rifugiati-richiedenti asilo, vittime di violenza, mediante la formazione di personale qualificato; creare una rete nazionale ed internazionale di sostegno tra servizi sociali, unità sanitarie, comuni ospitanti migranti in prima e seconda accoglienza, uffici di polizia e uffici giudiziari oltre che alle organizzazioni no-profit, finalizzata alla difesa delle vittime di violenza; consentire una gestione multidisciplinare del “danno” subito dalle vittime (donne, uomini e minori rifugiati/richiedenti asilo vittime di violenza). Significativa la scelta della location dove si tengono i corsi, il centro Polifunzionale per l’Integrazione degli Immigrati, gestito dalla cooperativa sociale Badia Grande in prima linea nelle attività di gestione e accoglienza degli immigrati.
Il progetto, formulato e proposto dall’Università di Palermo, vede come partner: Università di Jaén (Andalusia – Spagna); ISMU -Fondazione Iniziative e Studi sulla Multietnicità, Oxfam Italia Intercultura, Telefono Donna Onlus, Cooperativa Badia Grandi a.r.l., SAMU – International, SAMU de Bruxeilles, ASEIS Lagarto (Asociación por el Empleo y la Integración Social), Agencia Pública Empresarial Sanitaria Hospital Alto Guadalquivir, Prefettura di Trapani, Comune di Milano, Comune di Trapani, Comune di Valderice,Ospedale civile di Jaen.

ARTICOLO SUGGERITO

La Prova del Cuoco, Elisa Isoardi incinta? Impazza il gossip FOTO

La Prova del Cuoco, Elisa Isoardi incinta? Impazza il gossip FOTO

Elisa Isoardi in dolce attesa? Elisa Isoardi, la bella conduttrice de La Prova del Cuoco …