Home / Cultura / Fateci leggere quel testamento – La Voce di Rovigo
Fateci leggere quel testamento - La Voce di Rovigo

Fateci leggere quel testamento – La Voce di Rovigo

Una vicenda che ruota, tutta, attorno ad un aspetto: il testamento di Gian Antonio Cibotto. O, se non altro, il documento con cui il noto intellettuale e scrittore rodigino, scomparso nell’agosto del 2017, ha deciso di donare il suo enorme patrimonio librario, composto da qualcosa come 40mila volumi, all’Accademia dei Concordi.

E’ questo il cuore della questione. Perché ogni atto deciso dai vertici dall’Accademia deve rapportarsi a quanto stabilito da Cibotto. Insomma: siamo arrivati ad un punto in cui quel testamento, quelle disposizioni, quelle volontà, devono essere rese pubbliche. Di vedere il testamento lo aveva chiesto, a suo tempo, la vicepresidente dei Concordi Valentina Noce, che venerdì, schierata al fianco di Vittorio Sgarbi, ha però detto di non aver mai potuto visionare i documenti richiesti. E allora, adesso è il momento: vediamo le carte. Non se ne può più fare a meno.

A dirlo è anche uno storico amico di Cibotto, il giornalista rodigino Roberto Rizzo. “Quello che spero – conclude lo storico amico di Cibotto – è che sia stata rispettata la sua volontà. E allora, dico: fate vedere il testamento, fate vedere i documenti. Fateli vedere all’assessore alla cultura, al sindaco, ma anche a Sgarbi: se Cibotto ha messo per iscritto di autorizzare la distruzione dei libri, questa bufera cesserà. In caso contrario, se non fate vedere i documenti, darete adito alla polemica”.

Quindi ricorda l’amico: “Toni era legatissimo ai suoi libri. Ne era quasi maniaco. Una cosa è certa: se lui ha lasciato scritto che i libri doppi, rovinati o in eccesso dovevano essere distrutti, allora va bene così, perché il rispetto della sua volontà viene prima di tutto. Ma se non ci dovesse essere nulla di scritto, nulla in cui Cibotto autorizza espressamente la distruzione di parte della sua libreria, allora hanno fatto malissimo a prendere una decisione del genere”.

Il servizio completo sulla Voce in edicola lunedì 14 gennaio.

ARTICOLO SUGGERITO

Nina Moric attanagliata dai rimpianti: “Carlos, non fare come me”

Nina Moric attanagliata dai rimpianti: “Carlos, non fare come me”

Nina Moric attanagliata dai rimpianti: “Carlos, non fare come me, promettimelo” Nina Moric e Fabrizio …