Home / Cultura / Libri, teatro e cinema: così Trieste diventa la città dei lettori
Libri, teatro e cinema: così Trieste diventa la città dei lettori

Libri, teatro e cinema: così Trieste diventa la città dei lettori

C’è un filo conduttore che unisce gli autori invitati al Triestebookfest, dal 20 al 22 ottobre nella città friulana, all’Auditorium del Museo Revoltella. È il rapporto stretto fra la letteratura e le altre arti, soprattutto teatro e cinema.  

 

L’attore Marco Paolini aprirà la festa triestina del libro venerdì 20 alle 17.30. Con Gianfranco
Bettin ha scritto Le avventure di numero primo, edito da Einaudi. Un libro che è allo stesso tempo anche uno spettacolo teatrale, in scena in questi giorni proprio a Trieste. Quali sono le differenze fra libri e palcoscenici, e quali analogie ci sono invece fra le pagine scritte, gli attori in scena o sul grande schermo? Se ne parlerà nei tre giorni di festival

 

 

Il Triestebookfest è nato nel 2015 con l’ambizione di mettere al centro i lettori. L’idea è di creare un’occasione di confronto fra gli scrittori e il loro pubblico. Ogni volta viene scelto un tema diverso, lo scorso anno era “graphic novel, reportage e saggistica”. Per il 2017, appunto, il rapporto fra letteratura e le altre arti. 

 

Fra gli ospiti della tre giorni, oltre a Paolini, ci sono il giallista Maurizio De Giovanni
, lo scrittore Paolo Di Paolo
e Massimo Cirri
, che ha scritto “Sette tesi sulla magia della radio”. Fra le novità di quest’anno anche la possibilità di pranzare con alcuni degli ospiti del festival

ARTICOLO SUGGERITO

Foto di vip rubate e vendute, sotto processo un sub di Trapani

Foto di vip rubate e vendute, sotto processo un sub di Trapani

Nomi di star del mondo del calcio e dello spettacolo figurano, come testimoni (Christian Panucci) …