Home / Tempo libero / Vacanze e tempo libero / Nonostante la crisi quest’estate previsto un aumento di italiani in vacanza
Nonostante la crisi quest’estate previsto un aumento di italiani in vacanza

Nonostante la crisi quest’estate previsto un aumento di italiani in vacanza

I venti di crisi non spengono la voglia di vacanze degli italiani. Uno su due sta pensando a cosa mettere in valigia per il lungo ponte di aprile e ben 9 su 10 prevedono di andare in vacanza questa estate, anche se la maggior parte di chi resterà a casa lo farà perché in difficoltà economica. E’ quanto emerge dall’indagine condotta da Italiani.Coop per Robintur sulle intenzioni di viaggio degli italiani nel 2019.

Secondo lo studio, gli intervistati che hanno intenzione di regalarsi un vacanza questa estate sono l’89%, l’1% in più di chi aveva la stessa idea un anno fa e ben il 4% di chi realmente si è concesso una pausa estiva nel 2018. “Se le previsioni saranno confermate dalle partenze reali, questa estate avremo un milione e mezzo in più di italiani in vacanza”, spiega Albino Russo, direttore generale di Ancc-Coop. Il 51% degli italiani, inoltre, pensa di partire anche tra Pasqua e il Primo Maggio, ma soltanto il 7% farà il ponte lungo.

Per 4 vacanzieri su 10, il ponte sarà in Italia e “low budget”, solo pochi fortunati viaggeranno all’estero con tutti i comfort (8%). Il 42% si recherà in città e luoghi d’arte, il 28% al mare, il 19% in montagna mentre il 9% ha scelto un viaggio itinerante (tour o crociera). Tra coloro che dovranno rinunciare alle partenze estive, invece, ben il 57% lo farà “perché non se lo può permettere”, il 23% per “problemi di lavoro e studio”, il 15% per cause “personali e familiari”, il 12% “perché non ha voglia” e il 10% per motivi di salute.

Anche quest’anno per le ferie estive gli italiani preferiscono di gran lunga il mare (55%). Come trend crescono le spiagge e la voglia di natura e montagna, mentre calano le città, i tour, le crociere. Sei su dieci hanno già prenotato. Si sceglie l’Italia in oltre 6 casi su 10 (63%), con soggiorni più brevi e spesa in lieve crescita.

“Del resto per il viaggio estivo l’80% degli italiani è disposto a risparmiare su pranzi e cene fuori, ma anche sul carrello della spesa (40%)”, sottolinea Russo. Nell’epoca di internet si conferma la ‘vacanza fai da te’ (il 73%) ma cresce la fiducia verso le agenzie di viaggi: il 36% le sceglie per la fiducia, il 41% per il miglior rapporto qualità-prezzo.

Tra le mete estere più in voga ci sono le Maldive, Stati Uniti, Egitto e Australia, ma le destinazioni più gettonate rimangono Spagna, Grecia e Croazia. Per l’Italia i must-go sono Sicilia, Puglia e EmiliaRomagna, mentre crescono Abruzzo, Trentino Alto-Adige, Valle d’Aosta e Calabria. Appassionati di cibo e ambientalisti anche in vacanza, gli italiani viaggiano sempre più spesso con il loro amico a quattro zampe: quattro su dieci (44%) porteranno l’animale domestico con sé (erano il 32% nel 2018) e il 64% è disposto anche a pagare fino al 30% in più per i servizi pet-friendly.

 

ARTICOLO SUGGERITO

Riccardo Fogli dopo il gossip sul tradimento: “Sono stato male, mia moglie è impazzita dal dolore”

Riccardo Fogli dopo il gossip sul tradimento: “Sono stato male, mia moglie è impazzita dal dolore”

Riccardo Fogli è stato ospite del ‘Maurizio Costanzo Show‘ nella puntata trasmessa giovedì 18 aprile. …