Home / Salute e Bellezza / Turismo di qualità, 4 milioni e 500 mila euro per i comuni del Gal Porta a Levante
Turismo di qualità, 4 milioni e 500 mila euro per i comuni del Gal Porta a Levante

Turismo di qualità, 4 milioni e 500 mila euro per i comuni del Gal Porta a Levante

LECCE – 4 milioni e 500 mila euro per rafforzare l’offerta turistica e favorire la piccola ricettività nei 42 comuni del Gal Porta a Levante. È  l’obiettivo di 3 misure di intervento destinate a botteghe dell’artigianato artistico e laboratori del Gusto per la lavorazione e trasformazione dei prodotti agricoli locali, allo sviluppo di attività agricole multifunzionali e al sostegno dei servizi di ospitalità.

Il Gal Porta Levante punta così al turismo esperienziale che trova nelle peculiarità del territorio il suo attrattore principale: produzioni tipiche sia agroalimentari che artigianali e artistiche.

“La programmazione del Gal Porta a Levante  nasce con l’obiettivo di promuovere il bello  e il buono della nostra area di intervento – sottolinea  Gabriele Petracca Presidente Gal  – L’obiettivo principale di questo progetto è valorizzare un’idea innovativa di turismo, in cui il visitatore incontra la tradizione locale e la qualità delle produzioni agroalimentari. In questa ottica, il prodotto artigiano delle botteghe fatto a mano, sostenibile e testimone delle tradizioni, della cultura e della storia  del territorio diventa l’attrattore di una rete di comuni che coniugano la bellezza dei centri storici all’innovazione nell’offerta turistica”.

Gli interventi devono essere realizzati nell’area territoriale di competenza del GAL Porta a Levante s.c.ar.l. coincidente con i territori dei Comuni di Andrano, Aradeo, Bagnolo del Salento, Botrugno, Caprarica di Lecce, Castrignano dei Greci, Castro, Collepasso, Corigliano d’Otranto, Cursi, Cutrofiano, Diso, Giuggianello, Giurdignano, Maglie, Martignano, Melendugno, Melpignano, Minervino di Lecce, Muro Leccese, Neviano, Nociglia, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Parabita, Poggiardo, San Cassiano, Sanarica, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Scorrano, Seclì, Sogliano Cavour, Soleto, Spongano, Sternatia, Supersano, Surano, Tuglie, Uggiano La Chiesa, Vernole.

Per la prima linea di intervento il Gal Porta a Levante ha destinato 1 milione e 400 mila euro. Il bando prevede un pacchetto multimisura per l’avvio e la realizzazione di attività agricole multifunzionali per sviluppare l’offerta enogastronomica turistica dell’area e favorire il turismo esperenziale. Il sostegno è concesso per attività nell’ambito dei settori: 1. ambiente e biodiversità: manutenzione, cura del paesaggio e biodiversità, cura e salvaguardia delle aree agricole-archeologiche; 2. turismo: aree campeggio, servizi di noleggio e di guida turistica connessi al turismo esperienziale; 3. laboratori: creazione e sviluppo di attività di ristorazione e trasformazione attraverso la realizzazione di laboratori gastronomici (stagione vendemmia, raccolta olive, raccolta del grano, ecc…), laboratori culinari secondo i sapori e saperi locali anche al fine di realizzare dei “percorsi del gusto”; creazione e sviluppo di attività artigianali/manifatturiere (tessitura, cosmesi, ecc…); 4. altri settori: laboratori e servizi per gli di animali, realizzazione di piccoli maneggi e/o piccoli strutture per il ricovero di animali nell’ottica di creare/sviluppare il turismo esperienziale (ad esclusione di stalle e allevamenti) e altre attività.

700 mila euro per il secondo intervento “Botteghe dell’Artigianato Artistico e Laboratori del Gusto per la lavorazione e trasformazione di prodotti agricoli locali”.

L’obiettivo di questo intervento è quello di favorire lo sviluppo di realtà imprenditoriali nel settore dell’artigianato artistico tradizionale e della valorizzazione dei prodotti locali, al fine di offrire nuove opportunità di crescita e di lavoro all’economia dell’area.

2 milioni e 400 mila euro per la terza misura “Sviluppo di servizi di ospitalità per rafforzare l’offerta turistica (piccola Ricettività)”. L’obiettivo del presente intervento è quello di sviluppare servizi di ospitalità (piccola ricettività e ospitalità diffusa) al fine di rafforzare l’offerta turistica sostenibile dell’area.

Beneficiari dei Bandi pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n.68 del 20-06-2019 sono gli agricoltori, le microimprese e le piccole imprese, persone fisiche.

 

ARTICOLO SUGGERITO

Dove sono in luna di miele Joe Jonas e Sophie Turner? Nelle foto vedrai il paradiso terreste!

Dove sono in luna di miele Joe Jonas e Sophie Turner? Nelle foto vedrai il paradiso terreste!

Dopo le nozze-bis super chic celebrate in Provenza (precedute da quelle avvenute la sera del …